Salta al contenuto principale

Da palazzo Campanella appello al Governo
«Più potere a Regione per le estrazioni in mare»

Calabria

Tempo di lettura: 
3 minuti 10 secondi

REGGIO CALABRIA - Il Consiglio regionale ha concluso i lavori odierni. L’assemblea di palazzo Campanella, nel proseguo dei lavori, ha approvato, una proposta di variazione di Bilancio per l’utilizzo dei fondi Fas, avanzata dall’assessore ai Trasporti Luigi Fedele. Approvata, dopo la relazione all’Aula del consigliere Udc Gianluca Gallo la proposta di modifica dell’ex "Decreto Passera" ai fini del riconoscimento di un maggiore potere di interdizione delle Regioni, in materia di estrazione di idrocarburi, geotermia e costruzione di centrali idroelettriche ed elettrodotti. Sul tema sono intervenuti Mario Franchino che per dichiarazione di voto favorevole del Pd, ha detto di condividere pienamente la relazione del collega, ma ha informato delle recenti favorevoli decisioni del Ministro Zanonato, notizie positive "che però non ci soddisfano - ha detto - perchè la Calabria e la zona ionica, in particolare, c'è e c'è tutta". "Chiedo - ha aggiunto - che si passi ai fatti. Seduta stante sarebbe opportuno - ha proposto -- riprendere in mano il provvedimento e creare una commissione composta da consiglieri di maggioranza, di opposizione e del Governo regionale, per incontrare al più presto il Ministero dell’Ambiente ed il Ministero alle Attività produttive". 

Sempre per dichiarazione di voto Rosario Francesco Antonio Mirabelli (Gruppo Misto), ha affermato di reputare ottimale la proposta di incontrare il Governo centrale, "per un problema - ha aggiunto - veramente serio per quale spero si possa trovare la giusta soluzione e le giuste regole". 
Sono stati quindi approvati i provvedimenti riguardanti, il Bilancio di previsione dell’Ardis di Catanzaro per l’esercizio finanziario 2013, il Bilancio di previsione di Azienda Calabria Lavoro per l’esercizio finanziario 2013, e la proposta di Provvedimento Amministrativo di iniziativa della Giunta regionale inerente il "Por Calabria Fse 2007-2013. Presa d’atto del Programma Operativo Regionale Calabria FSE 2007-2013 così come modificato dalla Decisione C(2012) 9617 del 14 dicembre 2012 della Commissione Europea ed approvazione del nuovo Piano Finanziario per Assi Prioritari e Obiettivi Specifici Comuni", la proposta di Provvedimento Amministrativo di iniziativa della Giunta regionale inerente il rendiconto Consuntivo per l'esercizio finanziario 2011 dell’Aterp di Crotone, e un analogo provvedimento riguardante l’Aterp di Catanzaro". Su tutti i provvedimenti ha relazionato il consigliere Candeloro Imbalzano. Il consigliere Ottavio Bruni ha chiesto e ottenuto l'inserimento e l’approvazione di una proposta di provvedimento di modifica alla deliberazione del Consiglio regionale n. 313 del 24 giugno 2013, inerente la modifica dei confini territoriali dei Comuni di Zambrone e Zaccanopoli della provincia di Vibo Valentia. Effettuazione del referendum consultivo, ai sensi della legge regionale 5 aprile 1983, n. 13. Inserito ed approvato un Ordine del giorno a firma del consigliere Candeloro Imbalzano inerente lo stabilimento Omeca di Reggio Calabria, nel quale si ribadisce la di "un approfondimento nelle sedi di Governo deputate, della complessa e delicata problematica dello stabilimento di materiale ferroviario", impegnando il Presidente della Giunta e tutta la Deputazione parlamentare calabrese "ad assumere una comune e sinergica iniziativa nei confronti della Presidenza del Consiglio". 
L’approvazione del documento è stata però fortemente contestata da Giuseppe Giordano. Secondo il consigliere Idv l'aula - a suo dire - non aveva votato nessun inserimento del provvedimento all’ordine dei lavori, e dunque non poteva essere votato dall’Aula. Tesi che il Presidente del Consiglio ha smentito invitando il consigliere Idv a verificare i verbali della seduta. In chiusura sono stati approvati, l’ordine del giorno del consigliere Pd Nino De Gaetanto riguardante la situazione dei ragazzi talassemici dell’Ospedale di Locri e l’ordine del giorno a firma del consigliere Udc Gianluca Gallo riguardante la proposta di assegnazione all’Ammademia di Svezia del Premio Nobel per la letteratura al poeta e scrittore calabrese Dante Maffia.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?