Salta al contenuto principale

Sel sfoglia la rosa a sinistra
A ore il candidato presidente

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 58 secondi

POTENZA - Il nome del candidato governatore (o governatrice) della Sel di Basilicata ancora non c’è. I dirigenti lucani del partito di Nichi Vendola sono praticamente in riunione permanente da due giorni.

I papabili non superano le dita di una mano. Ma c’è strettissimo riserbo sui nomi. Di certo sono le ore decisive. Gia nel pomeriggio di oggi potrebbe esserci il candidato ufficiale. A ieri sera tardi si parlava ancora nella sede di Sinistra ecologia e libertà. Ma al netto del candidato apicale, i ragionamenti politici sono molto avanti. Chiarito il nodo principale che era quello del divorzio dal Pd che candida a governatore Marcello Pittella le dinamiche hanno inevitabilmente accelerato.

Dopo il voto della Direzione di martedì sera, ieri, il problema era solo capire il numero delle liste alleate e come comporre le liste a Potenza e Matera.

La questione politica è che la Sel lucana sta stringendo anche con il Prc in una logica che guarda già agli scenari per le prossime elezioni europee. E nelle liste ufficiali di Sinistra ecologia e libertà dovrebbero trovare posto anche candidati di Rifondazione comunista. In pratica, da questo punto di vista in Basilicata si potrebbe creare una sorta di laboratorio politico.

Ovviamente una lista composta da esponenti di Sel e Prc insieme connoterebbe una nuova sinistra. In questo quadro potrebbe (dovrebbe) essere un esterno ai partiti il candidato governatore perfetto. Cioè un nome assolutamente legato alla sinistra lucana ma non direttamente associato alla Sel o al Prc.

In ogni caso la sfida vera per l’elezione di un consigliere regionale del Potentino potrebbe essere una partita a due tra l’uscente (verra ricandidato essendo assoultamente estraneo alle vicende di rimborsopoli) Giannino Romaniello e l’assessore provinciale Paolo Pesacane. Una sfida suggestiva tra le due anime del partito. Ovviamente alla “gara” ci saranno altri iscritti e probabilmente anche autorevoli. Dalle indiscrezioni si è anche appreso che dovrebbe essere candidata una giovanissima potentina.

Per il resto si sta lavorando febbrilmente anche alle altre liste alleate. A ieri sera le liste apparentate erano due (a meno di colpi di scena). Quella composta dal tenente Di Bello (che potrebbe essere addirittura il candidato governatore dell’intera coalizione) e quella del movimento “Primavera lucana”. Ma si cercano ulteriori allargamenti.

sal.san.

s.santoro@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?