Salta al contenuto principale

Da Abramo a Ferro e Tallini: i politici di Catanzaro
seguono la nuova Forza Italia di Silvio Berlusconi

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 13 secondi
CATANZARO - C'è una nutrita pattuglia di politici catanzaresi pronti a seguire le prossime mosse di Silvio Berlusconi, nonostante la presa di posizione opposta da parte del governatore Giuseppe Scopelliti. Ad annunciare l'adesione al nuovo progetto di Forza Italia sono stati, con una nota, Sergio Abramo, sindaco di Catanzaro; Wanda Ferro e Filippo Pietropaolo, coordinatore e vice coordinatore provinciale del Pdl; Domenico Tallini, assessore regionale e capogruppo PdL al Comune di Catanzaro; Gabriella Albano, Consigliere Regionale, e Sergio Costanzo, vice capogruppo Pdl a Comune di Catanzaro.

“Abbiamo sottoscritto, con convinzione e in piena autonomia - è scritto in un documento - il documento prodotto dall’Ufficio di Presidenza del Popolo della Libertà con cui si conferma la decisione, già assunta all’unanimità dal plenum del partito, di rilanciare Forza Italia quale soggetto politico in grado di rappresentare tutti i moderati italiani”. Ma dagli stessi firmatari parte anche un messaggio nei confronti di Scopelliti. una sorta di appello per un "processo politico unitario". Un appello che era stato lanciato nei giorni scorsi anche dal deputato Pino Galati. (LEGGI L'ARTICOLO)

“La nostra adesione - aggiungono - è un contributo alla chiarezza e all’unità e sicuramente non è un atto di ostilità nei confronti degli amici che si sono richiamati, in queste settimane, alle posizioni di Angelino Alfano, che consideriamo un’importante e irrinunciabile risorsa per il centrodestra italiano. Siamo dell’avviso che la futura Forza Italia, che si pone il legittimo obiettivo di tornare ad essere il primo partito italiano, debba poter contare sia sull'indiscussa leadership del presidente Berlusconi che sulle energie e sull'innovazione rappresentata dal vicepremier Alfano e da altri giovani leader. Il documento prodotto dall’Ufficio di Presidenza del PdL, che facciamo nostro, dovrà essere la base per una discussione seria e approfondita sui contenuti - dalla riforma della giustizia all’equità fiscale, dal rilancio dell’economia alle politiche del lavoro - e sugli assetti della nuova Forza Italia”.
“L'adesione al documento dell’Ufficio di Presidenza - si afferma ancora nel comunicato - non ci impedisce di confermare piena e incondizionata fiducia al presidente Scopelliti, la cui leadership alla guida del partito e del Governo regionale ha prodotto fin qui importanti risultati politici ed elettorali. Confidiamo sulle capacità di mediazione più volte dimostrate dal presidente Scopelliti, certi che, anche in questa occasione, lavorerà con convinzione e generosità ad una definizione unitaria del processo politico che porterà alla rinascita di Forza Italia, il partito a cui milioni di italiani sono ancora pronti a dare fiducia”.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?