Salta al contenuto principale

L'alfabeto della politica lucana
Fatti, personaggi e tendenze

Basilicata

Tempo di lettura: 
4 minuti 29 secondi

I principali fatti, personaggi, fenomeni e tendenze che hanno caratterizzato i mesi scorsi e continueranno a segnare quelli a venire.

Dalla scomparsa, lo scorso giugno del senatore a vita Emilio Colombo, alla vicende giudiziarie che hanno determinato la fine anticipata della legislatura, seguita dalla complicatissima fase politica che ha preceduto le primarie. Passando ai prossimi impegni che attendono il nuovo esecutivo regionale, di recentissima nomina, e le future sfide che la Basilicata dovrà affrontare. Insomma, un alfabeto della politica lucana, che proproniamo così 

 

Assessori esterni 

Sono stati la novità di fine anno. Frutto della scelta di rottura del neo presidente  Pittella che ha chiamato nella sua squadra  quattro tecnici non lucani. Alla prova con la macchina di governo, saranno i veri protagonisti del 2014. 

Bruxelles

La programmazione dei prossimi fondi comunitari sarà una delle principali sfide della Basilicata.

Colombo

Il senatore a vita lucano è stato uno dei protagonisti indiscussi della vita politica e istituzionale italiana ed europea. L’ultimo padre costituente si è spento a Roma lo scorso 23 giugno, all’età di 93 anni.

De Filippo

Un anno molto intenso e complicato quello che si è appena chiuso per l’ex governatore Vito De Filippo, che lo scorso, aprile, dopo l’inchiesta sulla Rimborsopoli lucana, rassegnava le sue dimissioni. Oggi segretario regionale, nutre l’ambizione di un incarico romano. 

Elezioni regionali

La fine anticipata della legislatura ha portato i lucani al voto lo scorso. Me il vero protagonista delle ultime elezioni è stato il partito del non voto. Con un astensionismo che ha superato il 50 per cento.   

Fratelli d’Italia

Resta l’unica fetta di opposizione che in Basilicata mantiene il suo consenso, con un seggio conquistato in Consiglio regionale dal combattente Gianni Rosa. L’ex falco del Pdl continua a non far sconti a nessuno, nemmeno nei giorni delle feste

Gladiatore

Ha mostrato coraggio nel mettersi contro l’apparato del partito democratico lucano e alle primarie di settembre ha vinto la battaglia. Il neo presidente Marcello Pittella ha così guadagnato il titolo di “gladiatore”.

Hotel

Per vacanze, piacere personale e dei propri cari, molto meno spesso per impegni istituzionali. Le spese di pernottamento per hotel e alberghi sono state tra quelle maggiormente fatturate in maniera illegittima da parte dei consiglieri indagati nell’ambito della rimborsopoli lucana.

Infrastrutture

E’ il gap che la regione maggiormente sconta in termini di possibilità crescita e di sviluppo.

Lavoro

I dati Istat continuano a dipingere un quadro sempre più preoccupante, con gli indici relativi all’occupazione che continuano a decrescere. Ed è una delle principali emergenze di cui il nuovo Esecutivo dovrà occuparsi. 

M5S

Il movimento guidato da Grillo è stato la rivelazione delle politiche di febbraio, con l’elezione di due parlamentari. Consenso fortemente ridimensionato alle regionali.

Nuovismo

Insieme a rinnovamento e cambiamento è stata la colonna sonora della recente campagna elettorale per le regionali.

Oro neo

La Basilicata dovrà riuscire a riportare la “vertenza petrolio” sui tavoli romani per modificare il decreto attuativo del cosiddetto Memorandum, e trasformare in maggiori vantaggi, non solo in termini economici ma soprattutto di sviluppo, le attività estrattive sul territorio.  

Partito democratico

E’ stato un anno difficile per il Pd lucano, segnato da profonde spaccature, prima nelle fase delle primarie, poi in quella congressuale e   da ultimo della fase di confronto per la formazione della nuova Giunta che hanno sancito la fine del cosiddetto “partito regione”

Quote rosa

Ha fatto molto discutere recentemente la completa mancanza di donne tra i consiglieri che rappresenteranno i lucani alla Regione. 

Carenza in minima parte compensata dalla nomina di un assessore donna che sarà pure vicepresidente della Giunta.

Rimborsopoli e parte civile

E’ stata l’inchiesta della Procura di Potenza che, la scorsa primavera, ha fatto emergere tutto il sistema delle false fatture per avere accesso ai riborsi del Consiglio regionale che ha visto coinvolti quasi tutti i consiglieri, con pochissime eccezioni e che ha determinato la fine della legislatura. Sul presidente Pittella pende lo spettro della incombatibilità,  visto che la Regione si è costituita parte civile.

Sviluppo sostenibile

E’ il paradigma che la Regione Basilicata dovrà darsi per conciliare la crescita con la tutela dell’ambiente e la salute dei cittadini

Twitter

Tanti cinguettii tutti insieme non si erano mai sentiti. Il 2013 è stato l’anno in cui anche la politica lucana è approdata sul social netwok, anche se con diversi gradi di partecipazione. Si distingue per assiduità il senatore Margiotta.

Ultimatum

Tra i recenti, il più famoso è quello che l’ex segretario del Pd nazionale, Guglielmo Epifani ha posto al vincitore delle primarie, Marcello Pittella: sì alla sua corsa da presidente, ma accettando la linea imposta dal partito    

Viale Verrastro

La via dove ha sede il palazzo della Regione e che quindi simbolicamente rappresenta il luogo della cosiddetta stanza dei bottoni.

Zavorra Sovietica

Così il vicepresidente del Parlamento europeo definì il deputato Vincenzo Folino dopo un’infuocata direzione regionale nel corso della quale l’ex presidente del consiglio regionale aveva detto: «Non possiamo stare nello stesso partito»

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?