Salta al contenuto principale

Scontro a Vibo sulle primarie del Pd
L'area Renzi chiede l'annullamento del voto

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 9 secondi

VIBO VALENTIA - A poche ore dall'apertura dei seggi per le elezioni primarie che dovranno eleggere il segretario e l'assemblea regiona, montano le prime polemiche, al punto che l’Area Renzi della Calabria, che appoggia la candidatura a segretario regionale del Pd di Ernesto Magorno, in una nota denuncia le irregolarità durante le operazioni di voto e di insediamento dei seggi a Vibo Valentia chiedendo l'annullamento delle operazioni.
«Quanto accaduto questa mattina - è scritto in una nota - nella sede dei seggi di Vibo Valentia, nelle sedi di Vibo Marina (con annullamento del seggio stesso nella notte senza motivo alcuno) e Vena-Triparni (con costituzione del seggio con i soli componenti dell’Area del candidato Canale e che alle ore 10,30 risultava ancora chiuso) è la solita mortificazione della buona politica. E’ superfluo sottolineare che si celebrano le primarie per consentire un’ampia condivisione democratica alla scelta del segretario regionale».
«Tale fondamentale principio, però, non vale - prosegue - per la nostra provincia e soprattutto per la nostra città, che ha visto ancora una volta l’ennesimo episodio di prevaricazione. La metodologia seguita nei seggi elettorali dalle figure organizzative preposte, caratterizzate da provocazioni che nulla hanno a che fare con la competizione politica e democratica in fase di svolgimento, inducono tutti ad una intransigente e rigorosa riflessione di più ampia natura soprattutto per la delicata fase politica e l’imminente orizzonte delle scadenze elettorali. Lo svolgersi dei fatti coinvolge anche le responsabilità degli organismi provinciali che avrebbero dovuto rendersi garanti di un sereno svolgimento di una competizione aperta alla partecipazione collettiva».
«Si chiede pertanto - conclude l’Area Renzi della Calabria - alla Commissione Regionale e Nazionale l’annullamento delle odierne votazioni nella Città di Vibo Valentia e l’apertura di una nuova fase politica attraverso un confronto per dare una seria proiezione futura al nostro partito».
LA REPLICA: «TUTTO REGOLARE» - Pronta la replica del segretario cittadino di Vibo Valentia del Partito democratico Stefano Soriano: «Ho letto la nota dell'area renziana che con argomentazioni pretestuose chiede l'annullamento del voto. Eccepisce chissà quali irregolarità, ma in realtà alla biblioteca comunale di Vibo Valentia tutto procede regolarmente e serenamente nel pieno rispetto delle norme e del buonsenso».
«In questo momento - aggiunge Stefano Soriano - c'è una civile folla in fila per votare, il seggio è aperto. Esprimo sconcerto per certe prese di posizione strumentali che fanno solo male al partito e alla democrazia».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?