Salta al contenuto principale

Sel: si dimette Marchese, caccia al futuro dg
Per Scuderi potrebbe essere un ritorno

Basilicata

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 22 secondi

POTENZA - E ora la Società energetica lucana cerca un altro direttore generale. Dopo che, ieri, sono state formalizzate le dimissioni di Giandomenico Marchese, alla direzione della Sel dall’aprile del 2012,  che nel frattempo è stato nominato dal governatore Pittella direttore del dipartimento Politiche di sviluppo, formazione e lavoro. Nella società pubblica che si occupa di energia serve quindi un nuovo manager da affiancare al presidente, Ignazio Petrone. Sul successore di Marchese sembra che, però, non ci sia ancora alcuna idea. E seppure quella della razionalizzazione e della riduzione dei costi dovrebbe essere la regola da seguire, l’ipotesi dell’eliminazione del consiglio d’amministrazione (che nel 2012 è passato da tre a cinque componenti, ma di recente nuovamente ridotto), con l’introduzione della figura del solo amministratore unico, sembra per ora remota, visto che manca più di un anno alla scadenza naturale del Cda. Molto più probabile che per adesso si lascino le cose così come stanno, provvedendo alla sola sostituzione del direttore generale. E spunta l’ipotesi che a reggere temporaneamente la direzione della società sia l’attuale direttore tecnico, Massimo Scuderi. Per lui si tratterebbe di un ritorno, visto che fino al 2012, prima dell’arrivo di Marchese,  era stato lui il direttore generale della Spa che ha come unico azionista la Regione. Una reggenza che potrebbe protrarsi fino all’aprile del 2015, quando gli organismi avranno naturale scadenza. A cui potrebbe seguire una riorganizzazione della dirigenza , oggettivamente eccessiva rispetto a una pianta organica molto dimensionata. Attualmente, oltre al Cda, sono previste le figure del presidente, del direttore generale e anche di un direttore tecnico. Del resto, la più complessiva riforma di governance della Giunta Pittella potrebbe mettere in discussione la stessa sopravvivenza della società così come l’abbiamo conosciuta fino ad adesso. per ora, però, rimane da capire come si arriverà a quella scadenza.

Nel frattempo il Cda della Sel è stato di un’interrogazione consiliare presentata da Gianni Rosa. Quest’ultimo ha chiesto chiarimenti in merito alle mancate dimissioni di due consiglieri, Labriola e Gentilesca, entrambi candidati nelle liste del Pd alle ultime regionali, pur  essendo ineleggibili  proprio perché membri del Cda di una società pubblica. Liquidata dal presidente Pittella come questione di «sola opportunità, ma non di legittimità». Ma nella sua risposta il governatore ha anche annunciato una sua prossima visita alla Sel.  Che potrebbe avere ad oggetto anche la nuova nomina. Per ora quella di Scuderi è solo una delle possibili ipotesi. Non è affatto escluso che per la direzione generale della società, l’assemblea dei soci, quindi la Regione, quindi Pittella  opti per un nuovo manager.

marlab

m.labanca@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?