Salta al contenuto principale

Il Consiglio approva la riforma dello statuto
Assise con 30 posti, ma si aggiungono 6 supplenti

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 21 secondi

REGGIO CALABRIA - Il prossimo consiglio regionale della Calabria sarà costituito da 30 consiglieri. Il consiglio regionale, riunitosi oggi pomeriggio dopo un lungo rinvio chiesto da Forza Italia subito dopo l’inizio dei lavori, ha votato a maggioranza il provvedimento che diminuisce a 30 consiglieri la composizione del consiglio. Ciò in ossequio alla Corte Costituzionale, contraria alla precedente ipotesi di diminuire il numero dei consiglieri dai 50 attuali a 40. 

Nel diminuire i consiglieri a 30, il consiglio ha previsto anche che il presidente della giunta debba scegliere gli assessori nella misura del 50% tra i consiglieri eletti, ossia 3 su 6. Approvata anche la figura del consigliere supplente, ossia il primo dei non eletti diverrà consigliere per prendere il posto lasciato dal consigliere nominato assessore. In caso di rimpasto di giunta, però, il consigliere non più assessore tornerà a sedere tra i banchi del consiglio, occupando il proprio posto reso libero dal supplente, che tornerà a essere primo dei non eletti. Prima della seduta consiliare si erano tenute una riunione di maggioranza e una dei capigruppo (LEGGI LE ULTIME DICHIARAZIONI DI SCOPELLITI).

LA DIRETTA 

ORE 17,50 - Salta la legge per la modifica delle Pro loco. Il consigliere Guagliardi ha chiesto la conta dei presenti e mancava il numero legale.

ORE 17,40 - Il Pd vota a favore della riduzione a 30 consiglieri e boccia il supplente e la limitazione a tre degli assessori esterni. Approvata all'unanimità la riduzione a 30 consiglieri. Poco prima era stata revocata la proposta del 22 aprile con l'astensione del Pd. Votata all'unanimità proposta su vice presidente interno alla giunta. Riduzione a tre assessori esterni passa a maggioranza come quello sul supplente. Con voto contrario della minoranza.

ORE 17 - Si avvia la prima lettura della proposta di modifica allo statuto presentato dal Franco Talarico che fissa a sei il numero degli assessori, stabilisce che il vice presidente sia un assessore, si limitano a tre gli assessori esterni e si inserisce la figura del consigliere supplente. La seconda lettura si terrà fra due mesi.

ORE 16,30 - La riunione dei capigruppo si prolunga. Si sta cercando un accordo sulla modifica dello statuto. Intanto Scopelliti, insieme sicuramente alla Stasi e ad Arena, è in partenza per Roma per incontrare Alfano.

ORE 16,05 - Scopelliti e consiglieri Ncd partiranno alla volta di Roma in serata per incontrare Alfano. Sul tavolo il caso Scopelliti, le sue ricadute sul futuro del consiglio regionale e le candidature alle europee.

ORE 15,50 - Morrone chiede una sospensione di quindici minuti dei lavori appena iniziati e un nuovo confronto con i capigruppo. Il presidente Talarico aveva appena inserito in discussione la proposta di modifica statutaria per il taglio a 30 dei consiglieri. Saltano le interrogazioni. «Le faremo - ha detto Talarico - al prossimo consiglio se mai lo faremo».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?