Salta al contenuto principale

"Evitare la corsa sul carro dei vincitori"
Appello di Centro democratico agli alleati

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 49 secondi

«La corsa a salire sul carro del vincitore, ancor prima di aver sancito idee e programmi comuni, oltre che i confini di un’alleanza capace di governare questa città ed i suoi processi di trasformazione, sono un segnale di debolezza che il centrosinistra non può permettersi».

Si pronuncia così, in una nota, il coordinamento di Potenza del Centro Democratico (Cd) in riferimento alle prossime elezioni amministrative che si svolgeranno a maggio nel capoluogo lucano. Nel centrosinistra sono ancora in corso le trattative per cercare di agganciare anche alcune sigle dubbiose sul sostegno al candidato che Pd e Cd hanno già ufficializzato, l'avvocato Luigi Petrone. 

Secondo i rappresentanti di Cd, «il ricorrere alla coperta di Linus per trovare ospitalità e opportunità di partecipazione alla competizione elettorale viste le proprie difficoltà organizzative, non devono farci perdere di vista l’obiettivo di avere un quadro solidale quanto più ampio possibile intorno al candidato Sindaco scelto da tutto il Centro sinistra».

«Se si afferma - si prosegue nella nota - o si riconosce che esiste un potenziale sindaco di continuità o di emanazione partitica si fa un cattivo servizio non alla persona
dell’avvocato Petrone, ma alla città intera che immagina un’altra storia politica e amministrativa».

Il Centro Democratico ha poi chiesto «a Realtà Italia o al Psi di fare un passo in avanti verso questo progetto vincente che mantenga ai margini una destra furiosamente schierata a fare della città capoluogo il terreno di una battaglia campale che lascerebbe sul campo solo macerie» e per questo motivo «dobbiamo evitare di nasconderci dietro le debolezze del Pd’', «e fare uno scatto in avanti per il quale le nostre donne, i nostri giovani candidati, le esperienze di supporto sono già impegnati a costruire una
città coesa e viva che esca dal torpore in cui la si vuole far precipitare senza un futuro di nuova vitalità». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?