Salta al contenuto principale

Il sollievo
del Partito democratico

Basilicata

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 35 secondi

TIRANO tutti un sospiro di sollievo, quasi tutti. L'ammutinamento dei circoli del Pd, un po' indotto un po' spontaneo, fa slittare a data da destinarsi il congresso dei democratici. Alla fine la segreteria nazionale del partito ha dovuto cedere.

Tutti a messa la domenica delle Palme. E poi, chissà, qualcuno a votare per le primarie di Falotico.

Lotti penserà sicuramente quello che aveva detto qualche settimana fa, davanti alle prime pressioni per un rinvio del congresso: lucani, siete inefficaci. No, non sono inefficaci, perchè sono stati capaci di organizzare primarie anche a San Silvestro. Sono divisi, invece, e non è mica una novità, talmente divisi e con tanti interessi in gioco, che – a parte Braia che stava vivendo la corsa alla segreteria come un'elezione – hanno pensato tutti che fosse meglio non allungare il braccio per una prova di forza e rinviare tutto a dopo le europee e le amministrative. Forse il senatore Margiotta è l'altro a non essere proprio entusiasta del rinvio. Tra l'altro uno degli ultimi accordi (Margiotta sta abilmente incrociando molteplici accordi, da Pittella a Santarsiero) prevedeva già una nuova geografia di uomini d'apparato: Mitidieri a Matera, un margiottiano (non Molinari) a Potenza, un assessore di provata fiducia nel caso prossimo venturo (e non improbabile) di rimpasto di giunta regionale. Oltre all'imminente nomina del fidato Cerverizzo a capo della centrale unica d'acquisto, come ha già scritto Maria Teresa Labanca.

Tira un sospiro di sollievo l'ex guardia comunista: e se Luongo non ce l'avesse fatta? Sarebbe bastata la bandiera d'autonomia di pensiero finora tenuta alta dal presidente del Consiglio Lacorazza?

Tira un sospiro di sollievo, a ben guardare, lo stesso Pittella: meglio evitare rotture e strappi consiliari alla vigilia del turno delle europee. Ma su twitter, nella chat di ieri sera, è inglese: “Il rinvio? Ne prendo atto, sto alle decisioni nazionali”.

l.serino@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?