Salta al contenuto principale

Convalida degli eletti, bagarre in aula
Il M5S vuole vedere i casellari giudiziari

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 52 secondi

 

POTENZA - Il paradosso del voto contro se stesso su un atto decisivo come la convalida dell'elezione. 

È accaduto oggi in consiglio regionale quando l'esponente del Movimento 5 Stelle, Gianni Perrino ha votato contro la convalida degli eletti alle scorse regionali. 

Era il primo punto all'ordine del giorno. Ha votato contro, per protesta, il grillino a tutti i nominativi dei consiglieri. Compreso il suo. La questione era nata qualche minuto quando in sede di dibattito i due consiglieri del Movimento 5 stelle avevano chiesto la presentazione (per votare la convalida) del casellario giudiziario di ciascun consigliere regionale. 

L'aula però ha respinto la richiesta essendo prevista dalla legge solo la presentazione dell'autocertificazione. È stato il parapiglia in aula. Alla fine mentre Giovanni Leggieri si è astenuto, Perrino ha votato contro. 

La stranezza è che Perrino è stato convalidato grazie al voto degli altri consiglieri che hanno votato a favore e non grazie al proprio voto. Fosse state imitato dagli altri ora Perrino sarebbe in una situazione a dir poco curiosa. 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?