Salta al contenuto principale

De Luca il candidato di Fratelli d'Italia
"La decisione non è più negoziabile"

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 47 secondi

 

La segreteria politica regionale della Basilicata di Fratelli d’Italia-Alleanza nazionale, in una nota sulle prossime elezioni comunali di Potenza, ha ufficializzato la decisione, «non più negoziabile», di aderire «al cartello elettorale» guidato dal candidato sindaco Dario De Luca.

Nel comunicato è anche sottolineato che «rispettando un alleato storico e di riferimento, per tanti elettori, come Forza Italia, ci eravamo resi disponibili, davanti all’indicazione di un loro candidato di riferimento, ad individuare forme democratiche ed inoppugnabili di scelta. Primarie, innanzi tutto. Ma, su questo terreno, siamo rimasti inascoltati».

«Apprezziamo - hanno detto i rappresentanti di Fratelli d’Italia - lo sforzo autorevole di alcuni dirigenti e partiti di centro-destra in ordine alla necessità di favorire, con ogni
tentativo, la coesione e l’unità della coalizione in vista delle imminenti elezioni amministrative a Potenza. Ne capiamo lo spirito e ne condividiamo gli intenti. Ciò non di meno, per un’ultima volta, ci sforzeremo di spiegare le ragioni della nostra scelta di sostenere la candidatura libera ed autonoma dell’ingegner De Luca».

Non si è fata attendere la risposta di Forza Italia. 

«Abbiamo interessato il tavolo nazionale dei partiti della colazione di centro destra per provare a non sciupare l'occasione che c'è nella città di Potenza per offrire una proposta all'altezza delle aspettative di buon governo e di innovazione che i potentini attendono», ha scritto il coordinatore regionale di Forza Italia, il deputato Cosimo Latronico. 

«Abbiamo inteso valorizzare e dare fiducia alla disponibilità di Michele Cannizzaro, e delle significative realtà che attorno a lui si sono aggregate, per le caratteristiche della sua proposta e per il profilo del candidato a cui tutti i partiti della coalizione nel tempo si sono rivolti per sollecitare la sua disponibilità. Continuiamo a sperare che prevalga il senso della coesione in un momento difficile per la vita della città, che non ammette distrazioni o inutili differenziazioni».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?