Salta al contenuto principale

«A giugno primarie per il presidente della Regione»
Magorno detta i tempi. Villella e Irto vicesegretari

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
2 minuti 2 secondi

COSENZA - «Le primarie del centrosinistra per la scelta del candidato presidente si faranno subito dopo il turno di ballottaggio». Ernesto Magorno, segretario del Pd, rompe gli indugi e al Quotidiano anticipa la linea del partito in vista della lunga campagna elettorale che porterà a elezioni anticipate per il rinnovo del consiglio regionale. Sulla data non si sbilancia «la decideremo al tavolo della coalizione», ma si punta a domenica 22 o al massimo 29 giugno. Un eventuale slittamento a settembre sembra non ipotizzabile, anche se vige ancora l’incognita Scopelliti.
LEGGI LE INDISCREZIONI SUI CANDIDATI DEL CENTROSINISTRA
«E’ scandaloso che dopo un mese di annunci ancora non si sia dimesso, continuando a prendere il giro i calabresi», attacca - «Faccia un gesto di generosità e liberi la Calabria da una esperienza di governo nefasta». Magorno ieri ha firmato un documento insieme a tutti i parlamentari per difendere il ministro Lanzetta dagli attacchi dei senatori del Ndc. «Il ministro - fa notare - ha dimostrato, con chiarezza, quel senso delle istituzioni che il governatore e la sua maggioranza sembrano aver irrimediabilmente perso.» Per il segretario del Pd siamo di fronte ad una «fuga poco onorevole di Scopelliti e del centrodestra dalle responsabilità» che «avrà il suo epilogo con la firma della sospensione da parte del Presidente del Consiglio».
Tornando alle primarie, Magorno anticipa che le regole «saranno quelle della legge regionale» e una volta indette «chiunque vorrà, potrà partecipare».
Intanto, Magorno ha reso noto di aver nominato Bruno Villella e Nicola Irto vicesegretari regionali del partito. «Si tratta - ha sostenuto Magorno - di un ulteriore e importante passaggio nella riorganizzazione del partito, che proseguirà con la nomina della segretaria la cui composizione sarà comunicata entro la data del prossimo 5 maggio». «Ho individuato in Villella e Irto, ai quali auguro buon lavoro - ha proseguito il segretario del Pd - le due figure che mi coadiuveranno in questa azione che ci impegnerà nel rafforzare il partito in vista degli impegnativi appuntamenti che ci attendono a breve, le Elezioni Europee ed amministrative, così come ad essere pronto ad affrontare la sfida per il governo regionale in attesa dell’evolversi della convulsa vicenda che riguarda le dimissioni, anche se fino ad ora solo annunciate, del presidente della Giunta regionale Scopelliti.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?