Salta al contenuto principale

Anche a Rivello campagna dai toni accesi
Scambi di accuse tra due dei tre candidati

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 53 secondi

RIVELLO - Nel piccolo comune della valle del Noce con soli 2865 abitanti la campagna elettorale si sta svolgendo sicuramente in maniera più scoppiettante e combattuta che altrove, facendo registrare un agonismo marcato e palese tra le liste “Rivello Rinnovata”, di Franco Altieri, e “Rivello Unita”, guidata dal sindaco uscente Antonio Manfredelli, che non lesinano l’un l’altra colpi bassi al di sotto della cintura. Una situazione che appare tanto più stridente a fronte delle dichiarazioni di distensione e unità che risuonano nei comizi e risaltano nei programmi dei due rivali e che potrebbe essere descritta in maniera plastica e paradigmatica con un celebre proverbio della zona, che tradotto in italiano reciterebbe “Trecchina piange, Maratea sospira e Rivello è in mezzo ai guai”. Tra i litiganti non è facile prevedere se alla fine a godere sarà il terzo incomodo, Gianluca Piviero, a capo della lista civica “Sorgi per noi”. Intanto Antonio Manfredelli rivendica i risultati della sua gestione sottolineando che «nella passata amministrazione è stata portata a termine una efficace azione di risanamento che ha permesso di chiudere il bilancio 2013 con un attivo di 350.000 euro, a differenza degli altri comuni vicini con le casse in dissesto finanziario e nei quali sono stati aumentati i tributi locali, mentre noi non abbiamo alzato di un centesimo la tassazione di nostra pertinenza, a cominciare dall’Imu». In merito alle polemiche e agli scambi di frecciate con gli esponenti di “Rivello Rinnovata” sostiene ci sia un attacco intorno alla sua persona, «sapientemente organizzato dall’attore e regista Ulderico Pesce che muove a mo’ di burattini i fili di Altieri e dei candidati consiglieri dettando loro tempi, modalità e contenuti degli interventi, e che da regista e attore esperto sa bene che una bugia detta bene raccoglie consenso: mi accusano del fatto che Rivello abbia avuto solo 1,2 milioni di euro di finanziamenti regionali a fronte dei 3 per Trecchina e Maratea dove verranno realizzati dei macro-attrattori consistenti in grandi opere pubbliche, ma noi abbiamo puntato su un altro tipo di sviluppo turistico con il progetto di Rivello paese della dieta mediterranea per sostenere e valorizzare i manufatti dei produttori locali».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?