Salta al contenuto principale

Rende, presidente di seggio si sente male e lascia
E poco dopo anche la sua vice finisce all'ospedale

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 33 secondi

RENDE (CS) - Episodio curioso a Rende, dove è altissima l'attesa per la tornata elettorale delle Comunali (LEGGI LO SPECIALE). Dopo le polemiche della vigilia sulla sostituzione di alcuni presidenti di seggio, nel giorno del voto dalle 12 alle 15 una delle sezioni è rimasta chiusa. La motivazione? Il presidente si è sentito male e poco dopo analoga sorte è toccata anche alla vicepresidente.

Scenario dell'insolita vicenda il seggio 22, uno dei due allestiti nel quartiere di Villaggio Europa. Quando il presidente si è sentito male sono intervenuti il 118 e i carabinieri. Poco dopo il malore anche per la vice, anche lei finita all'ospedale. Così si è dovuto attendere che arrivasse un sostituto. Ed è bufera, con i candidati che si interrogano sull'accaduto.

Sempre a Rende ieri sono stati istituiti i seggi e sono partite le prime polemiche. Un rappresentante di lista di uno dei sei candidati a sindaco ha denunciato al Commissario Prefettizio, alla Prefettura e al comando provinciale dei Carabinieri irregolarità nella composizione dei seggi. Nell’esposto si denuncia che, a seguito della rinuncia di alcuni presidenti di seggio nominati dalla Corte d’Appello di Catanzaro, sembra che la sostituzione sia avvenuta in difformità alle disposizioni di legge. Il problema pare sia stata la mancata iscrizione di alcuni sostituti nell’apposito elenco. Altra contestazione parla di probabili omissioni consistenti nella omessa conta di tutte le schede recapitate al seggio, circostanza contestata dai rappresentanti di lista, ma pare non verbalizzata dai Presidenti di seggio.

 

Sul caso Rende interviene anche la coordinatrice regionale di Forza Italia, Jole Santelli che afferma: «Anomalia o semplice coincidenza? A Rende 23 presidenti di seggio su 34 hanno dato le dimissioni. Per avere un parallelo, a Cosenza su 82 sezioni ordinarie e tre speciali, sono otto fra le prime e tre fra le seconde ad aver rinunciato». 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?