Salta al contenuto principale

Pittella supera se stesso
e torna a Bruxelles primo eletto dei Dem

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 12 secondi

POTENZA - Nemmeno nelle previsioni più rosee. Pittella senjor fa il pieno e rivola in Europa. E' così da lustri ormai. Gianni Pittella fa poker e torna a Bruxelles. E questa volta fa meglio di sempre: è il primo degli eletti della lista Pd nella circoscrizione meridionale che conta sei regioni (Molise, Campania, Calabria, Puglia, Abruzzo e naturalmente Basilicata). Non c'è un Cozzolino  che tenga questa volta. 

Cinque anni fa fu appunto battuto per qualche centinaia di voti dal delfino di Bassolino (136.455 per il lucano, 136.859 per il campano). Questa volta, invece, non ce n'è per nessuno. Il politico di Lauria fa il pieno un po' dappertutto nonostante Renzi non lo abbia promosso capolista. Ma non conta evidentemente tanto che Pittella ha messo alle proprie spalle agilmente anche  Pina Picierno che alla vigilia pareva una scoglio difficile da superare. Ma le urne sono un'altra cosa rispetto ai calcoli tattici delle vigilie . 

E così il vicepresidente vicario uscente del  Parlamento europeo ha ottenuto la bellezza di 232.722 voti. Un mare di preferenze che oltre ad attribuirgli il primo posto gli garantisce un vantaggio nei confronti della Picierno (222.398) di oltre 10 mila voti. Un dato che gli garantisce una performance eccezionale anche in assoluto. Nel Sud meglio di lui ha fatto solo l'ex ministro e anche ex presidente della Puglia, Raffaele Fitto che nelle liste di Forza Italia ottiene 275.299 voti risultando il più eletto d'Italia. Ma gli oltre 230 mila voti di Pittella sono “tanta roba” se paragonati a quei 136 mila circa del 2009 che pure fecero gridare al miracolo. Insomma 100 mila voti sono più o meno quanto contano interamente le citta di Potenza e Matera sommati. Per i dettagli, Gianni Pittella in Basilicata ha raccolto 55.531 voti. In Campania 71.949, in Puglia 56.792, in Calabria 30.403, in Molise 3.281 e in Abruzzo 15.334. Rimane lo straordinario dato lucano con i 14.094 voto raccolti nel Materano e i 41.437 di Potenza e provincia. E ancora scendendo con lo zoom, l’ex candidato alla segreteria nazionale del Pd nella sua Lauria ha ottenuto 3049 voti. Quasi 600 in più rispetto all’ultimo precedente (i voti del Psi).

Come si spiega? In parte con l’avanzata del Pd che doppia quasi le percentuali di  5 anni fa. Non è certo casuale che nella sola Basilicata il Pd dai 90.970 del 2009 passa ai 102.007 con una percentuale  che sale dal 29 al 42 per cento. Ma non c’è dubbio che gli oltre 13 mila voti in più ottenuti da Pittella ieri siano frutto di un consenso personale. E immaginarlo come presidente del Parlamento europeo oggi non è più solo un “sogno”. 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?