Salta al contenuto principale

Bufera nel Ncd, crolla l'asse Scopelliti-Gentile
Contatti col Pd: c'è chi lavora per una lista alleata

Calabria

Chiudi
Apri
Tempo di lettura: 
1 minuto 37 secondi

NEL centrodestra calabrese c'è già chi prepara il ribaltone e, quando ancora sono fresche le "ferite" dell'esito dell'europee, si aprono nuovi e imprevedibili scenari in vista del prossimo appuntamento elettorale delle regionali. Sotto la lente, in particolare, l'Ncd. La discesa di Scopelliti, il "tradimento" che si è consumato dentro alle urne, lascia a tutti presagire un redde rationem dagli inaspettati risultati, compreso quello - per intendersi - che alcuni pezzi da novanta del partito di Alfano transitino nello schieramento opposto. C'è addirittura chi è pronto a giurare che per le regionali potrebbero nascere nuove e inedite liste civiche a sostegno del futuro candidato del centrosinistra.

LO SPECIALE: LE EUROPEE E LE AMMINISTRATIVE IN CALABRIA

LE PREFERENZE: FERRARA UNICA CALABRESE A BRUXELLES

Il ragionamento che si sente in queste ore negli ambienti del centrodestra è lineare. La convivenza Scopelliti-Gentile, e delle rispettive fazioni, sotto lo stesso tetto quanto potrà durare? Che strascichi potrà avere lo scontro nelle altre componenti del partito? La risposta per alcuni è semplice: e cioé che alcuni alfaniani domani si riscoprano renziani, per riposizionarsi in attesa della partita vera, quella delle regionali. Voci campate per aria? I contatti, in realtà, sono già in corso da alcuni giorni e i pontieri di entrambi gli schieramenti si sarebbero già messi all'opera. A Roma si sarebbe tenuto più di un incontro fra alcuni esponenti di rilievo regionale e nazionale dell'Ncd con alcuni importanti personaggi del centrosinistra calabrese e catanzarese in particolare. Un incontro non chiaramente fra le anime più radicali, piuttosto al centro, le voci più moderate di entrambe le parti. Lo scopo? Quello, per l'appunto, di creare in un futuro prossimo una lista civica sganciata dal centrodestra ed eventualmente a supporto del candidato a presidente della Regione del centrosinistra. 

Il piano è inclinato, insomma, e per la maggioranza uscente di palazzo Campanella si prospetta un periodo di acque molto agitate.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?