Salta al contenuto principale

Gasparri lancia le primarie per il governatore
Con Forza Italia si schiera anche Gianni Alemanno

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 24 secondi

CATANZARO - Le primarie come unico metodo per tenere compatta la coalizione del centrodestra. A sostenere la tesi è il senatore di Forza Italia, Maurizio Gasparri. Secondo il parlamentare forzista «si cominci dalla Calabria dove si vota in autunno». Stesso ragionamento è stato proposto anche dal consigliere regionale Salvatore Pacenza, presidente della terza commissione Sanità, secondo il quale «le primarie o qualsiasi altro strumento di consultazione sono la via più idonea a ricompattare il centrodestra calabrese in vista delle prossime elezioni regionali».
Il ragionamento di Gasparri parte dalla Calabria ma comprende la situazionale nazionale: «Le elezioni politiche non sono domani mattina. C'è tutto il tempo - ha affermato Gasparri - per il rilancio di Forza Italia e per ricreare una vasta coalizione di centrodestra. Forza Italia vuole e deve confrontarsi con tutti partendo dai contenuti e prendendo atto di numeri che con chiarezza dicono chi faccia da locomotiva e quanto siano falliti i progetti ostili o alternativi a Berlusconi, dal quale si riparte anche in vista di selezioni sul campo dei protagonisti delle prossime sfide del centrodestra. Liti interne non servono. Mentre urgono regole e metodo».
«Ben vengano congressi comunali e provinciali - ha aggiunto il senatore - mentre le primarie servono per scegliere i candidati alle elezioni. Primarie per scegliere il candidato del centrodestra destinato a sfidare Renzi ci dovranno essere a suo tempo. Non ora che una coalizione, necessaria, non si è ancora formata, e si ridurrebbero ad una rissa interna al nostro partito che invece deve valorizzare tutta la classe dirigente, promuovere nuove generazioni, agire con ordine e serietà. Chi pensa che traumi e risse servano per costruire il nuovo secondo me sbaglia. In ogni caso ognuno ha il diritto e il dovere di dire la propria. Cosa che farò nel prossimo ufficio di presidenza. Ricordando a tutti che anche la Lega, non solo il centro - ha concluso Maurizio Gasparri - fa parte di un progetto di centrodestra autentico».
Anche Gianni Alemanno, membro dell’Ufficio di Presidenza di Fratelli d’Italia - Alleanza Nazionale, lancia le primarie in Calabria: «Sulle primarie bisogna passare dalla teoria e dalle polemiche inutili alla pratica concreta. In autunno si voterà sicuramente in Calabria, forse in Campania, a Napoli e a Roma. Cominciamo a sperimentare in queste elezioni, a cominciare dalla Calabria - sostiene - il metodo delle primarie per scegliere candidati unici del centrodestra».
«A livello locale - prosegue Alemanno - sono meno importanti le divisioni che esistono nel centrodestra sul versante programmatico, mentre prevale la figura dei candidati e l'approccio locale nella definizione degli schieramenti. Per questo facciamo della Calabria, e delle altre regioni e comuni in cui si vota, il laboratorio di un centrodestra unito e rinnovato sulla base della partecipazione popolare e della chiarezza del confronto programmatico».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?