Salta al contenuto principale

Pd: caos primarie, la segreteria nazionale si smarca
«Non abbiamo deciso noi di rinviare l'assemblea»

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 36 secondi

SI consuma su Facebook l'ultimo clamoroso capitolo della complicata situazione interna del Pd. Stavolta, a smentire le motivazioni sull'ennesimo rinvio dell'assemblea regionale del partito - che doveva svolgersi domani per decidere sulle primarie per la scelta del candidato a presidente della Regione - è stato nientemeno il numero due di Renzi, Lorenzo Guerini. 

Il vicesegretario nazionale del Pd, rispondendo a un post del giornalista Pasquale Motta, ha testualmente scritto: “Né io, né nessun'altra espressione della segreteria nazionale del Pd abbiamo chiesto di rinviare l'assemblea prevista per il prossimo venerdì. A me è stato chiesto di fare un incontro con i membri calabresi della direzione nazionale per confrontarci sulle prossime elezioni regionali e volentieri l'ho fatto per l'importanza nazionale che rivestono le prossime elezioni per scegliere il presidente della Calabria. Le altre scelte rientrano nella sfera della competenza degli organi regionali del Pd”. Una puntualizzazione notevole da parte del dirigente nazionale che, in un colpo solo, chiarisce che né Renzi, né alcuno della segreteria nazionale ha intenzione di entrare a gamba tesa nel dibattito tutto calabrese sulle regionali, semmai il gruppo dirigente romano può essere da supporto e sostegno, ragion per cui è stata convocata una riunione sulla Calabria il prossimo 12 giugno, a latere della direzione nazionale.

La palla, quindi, ritorna nel campo di Magorno e compagni chiamati a fare i conti con lo spuntare, uno giorno sì e l'altro pure, di candidati Pd alle primarie (da Mario Oliverio a Demetrio Naccari Carlizzi). Ciò che è certo è che domani non ci sarà alcuna assemblea, l'ha formalmente disdetta il presidente del partito, Peppino Vallone. Una decisione comunicata via mail a tutti i componenti e subito finito al centro dell'ennesimo scontro interno ai democratici calabresi.

E intanto il dibattito sulle primarie ha contagiato anche il Centrodestra: dopo la candidatura di Wanda Ferro si è fatta avanti anche quella di Gianpaolo Chiappetta (LEGGI).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?