Salta al contenuto principale

Il capoluogo ha scelto il sindaco
La fascia tricolore a Dario De Luca

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 21 secondi

ore 01.10 Il risltato definitivo (77 sezioni scrutinate su 77): Dario De Luca è eletto sindaco con il 58,54% dei voti. Luigi Petrone si è fermato al 41.46%.

ore 00.40 Risultati ufficiali con 71 sezioni su 77: Dario De Luca 58,51%, Luigi Petrone 41,49%

ore 00.17 Dario De Luca intervistato da TrmH24 ammette di aver percepito consenso nei giorni scorsi, ma non in queste proporzioni. 

ore 00.15 Risultati ufficiali con 42 sezioni su 77: Dari De Luca 56,65%, Luigi Petrone 43,35%

 
ore 23.55
Il dato ufficiale diffuso dal Viminale con 7 sezioni scrutinate su 77: De Luca 1.373 voti;  61,96% Luigi Petrone 843 voti; 38,04%

ore 23.50 Con un tweet Dario De Luca diffonde alcuni dati:

 

ore 23.15 - L'afluenza a Potenza, impegnata nella sfida pe ril ballottaggio e la scelta del sindaco, si è fermata al 48,37% (al primo turno si era attestata al 75,11%). 

Sono ormai chiusi i seggi: Potenza sta per conoscere il nome del sindaco. 

Bassa l'affluenza dei potentini alle urne. Il turno di ballottagio ha registrando un calo notevole di presenza ai seggi rispeto a quanto si era verificato nel primo turno delle amministrative, lo scorso 25 maggio. 

Alle 19.00 si era recato ai seggi il 31,72 per cento degli aventi diritto (rispetto al 55,70 del primo turno).

Alle 12.00 la rilevazione del Viminale riportava un'affluenza alle urne del 13,13 per cento degli aventi diritto. Alla stessa ora del primo turno d votazione, lo scorso 25 maggio,era stata del 22,01%.

Sono 58.591 gli elettori aventi diritto. Gli sfidanti: per il centrosinistra, l’avvocato Luigi Petrone che al primo turno, sfiorando quasi l’elezione diretta, ha raggiunto il 47,82 per cento. E per il centrodestra - anche se diviso - lo sfidante, Dario De Luca che parte dal 16,79 per cento del 25 maggio. 

Il primo sostenuto dalle liste di Pd, Scelta civica, Centro democratico, Sel, Socialisti, Socialisti e democratici, Popolari uniti e dalla civica per Petrone sindaco. 

Il secondo appoggiato ufficialmente, oltre che dalla sua civica, dalle liste di Fratelli d’Italia e Popolari per l’Italia. L’avvocato dovrebbe poter contare anche sul sostegno annunciato da Roberto Falotico, che al turno del 25 maggio si era presentato come avversario, ma che nei giorni passati ha fatto dichiarazione di voto per il candidato di centrosinistra. Mentre conterà sul solo sostegno aggiuntivo di Forza Italia, l’ingegner De Luca, che invece non ha incassato l’“aiuto, dell’altro candidato del centrodestra che non è arrivato al ballottaggio, Michele Cannizaro. 

E neppure dell’altra lista che aveva sostenuto quest’ultimo al primo turno, ovvero quella del Nuovo Centro destra. 
Un risultato frutto anche della scelta del candidato sindaco in campo che fin dal primo momento ha escluso la possibilità di apparentamenti e accordi, preferendo rivolgersi ai soli elettori e non agli «apparati di partito». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?