Salta al contenuto principale

Ecco chi entra a Palazzo di città
I 32 amministratori che comporrano l’aula

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 2 secondi

CON uno dei due schieramenti arrivato a più del 50 per cento, la prova del ballottaggio ha “toccato” poco il consiglio comunale. Pochissimi i seggi da assegnare a seconda del vincitore del duello tra Luigi Petrone e Dario De Luca. Quasi tutto stabilito al primo turno. 

Con la vittoria del sindaco di centrodestra si crea una situazione particolare: la maggioranza dei consiglieri è nello schieramento opposto.

Questo sarà lo schema (comunque provvisorio) tra i banchi di Palazzo di Città per il centrosinistra: 8 seggi al Pd (compreso il candidato sindaco perdente, Petrone); 4 alla lista Insieme si Cambia, 2 al Centro Democratico, 1 ai Popolari Uniti, 2 a Socialisti e Democratici, 1 a Socialisti Uniti, 1 a Scelta Civica. Per il centrodestra guadagnano 4 seggi i partiti in corsa con Dario De Luca (2 a Fratelli d’Italia, 1 a Popolari per l’Italia, 1 alla civica Per la città).

Sono 3 i seggi della coalizione guidata al primo turno da Michele Cannizzaro (2 seggi a FI, compreso quello del candidato sindaco, 1 alla lista  Liberiamo la città).

Al M5S va 1 seggio. Infine, 5 seggi alla coalizione guidata al primo turno da Roberto Falotico (3 seggi a Potenza Condivisa, 1 a Movimento Nuova Repubblica che va al candidato sindaco, e 1 seggio a Realtà Italia).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?