Salta al contenuto principale

A Picerno
comincia l’era di Lettieri

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 57 secondi

PICERNO - Con il primo Consiglio comunale,  che si terrà il prossimo 14 giugno alle 11,  partirà ufficialmente il quinquennio dell'amministrazione di centrosinistra a Picerno. Dopo il successo ottenuto lo scorso 25 maggio il neo sindaco Giovanni Lettieri presenterà ai propri cittadini le linee programmatiche  che intenderà attivare durante il suo mandato. Nei giorni scorsi Lettieri ha provveduto a nominare i componenti della nuova giunta. Nella scelta della squadra di governo il primo cittadino è stato “agevolato” dal risultato elettorale, infatti tra i primi quattro eletti troviamo tutte le componenti politiche della coalizione e la presenza in egual misura, cosi come previsto dal decreto Delrio,  di uomini e di donne. La quota rosa sarà rappresentata dalla socialista Giuseppina Marsico che, oltre alla delega alle politiche sociali, assumerà la carica di vice sindaco e dalla democratica Carmela Marino con delega alla cultura, alla scuola e allo sport. L’altro assessore in quota Pd è  Carmine Caivano, risultato il più votato della propria lista, con delega ai lavori pubblici e all'urbanistica. Ad assumere le deleghe all'agricoltura e alle attività produttive sarà il veterano Nicola Figliuolo, già assessore della giunta Lacorazza alla provincia di Potenza. L’obiettivo dell’amministrazione Lettieri è quello,  più volte ribadito anche durante la campagna elettorale,  di ridare ai cittadini il ruolo di protagonista nelle scelte strategiche e di riaffermare il ruolo centrale nell'area del Marmo-Melandro. «Picerno - afferma Lettieri - dovrà diventare un paese moderno e dinamico, che funziona, che lavora e che sappia essere anche solidale. Per fare ciò,  già in fase di predisposizione della lista, abbiamo dato vita ad una squadra unita e coesa e dove non mancano competenze, determinazione e tanto entusiasmo. Ricordiamo che a Picerno da decenni il centrosinistra non si presentava unito all’appuntamento delle elezioni amministrative. Il merito va   a tutti i partiti dello schieramento. Ciò che è successo a Picerno potrebbe essere  preso come modello da tutto il centrosinistra regionale». 

«Mi rendo conto - ha aggiunto -che vistala situazione economica particolarmente negativa, la responsabilità della nuova amministrazione è alta, ma al tempo stesso sono fiducioso nel fatto che riusciremo a fare le scelte giuste per il nostro Comune».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?