Salta al contenuto principale

Garaguso, Auletta ufficializza la Giunta
Per legge solo due assessori

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 39 secondi

GARAGUSO - Sì è insediata ieri, con il primo consiglio comunale, la Giunta del neo sindaco di Garaguso, Francesco Auletta, il quale si avvarrà della collaborazione di due assComunico che oggi pomeriggio alle ore 19 ci sarà il consiglio comunale durante

il quale si avrà di due soli assessori, come previsto dalla nuova normativa vigente per i comuni al di sotto dei 3.000 abitanti.

Si tratta di Vito Antonio Mona, vice sindaco e assessore ai Lavori pubblici, sport, politiche giovanili e servizi sociali e Angelo Santoro, assessore all'Agricoltura, Foreste, Ambiente e Territorio.

Molto ambiziose le linee programmatiche di Auletta, che conosce molto bene la sua cittadina, per averla già governata in passato. «Questo quinquennio (2014-2019) -spiega Auletta- rappresenterà per il Comune l’occasione storica di realizzare alcuni progetti e azioni fondamentali e indelebili per i giovani e le future generazioni. Offrire ai giovani elementi di cultura sulle origini e sulla storia di Garaguso, fondamentali per l’identità di una comunità, attraverso la divulgazione del libro “Garaguso, la sua storia e il suo territorio”, nonché l’ultimo lavoro di Jean Marc Moret, trasfuso ne “I marmi di Garaguso”, Ed. Osanna. Bisogna ripristinare il premio “Il Tempietto d’Argento”, nonché il Consiglio dei ragazzi». Queste le priorità culturali, ma c’è anche la necessità di riorganizzare la macchina amministrativa, per «l’approvazione del Regolamento urbanistico in tempi brevi -spiega Auletta- rappresenterà l’occasione di sviluppo economico, sociale e culturale nonché l’occasione storica di armonizzare il centro urbano con il Borgo Parata e Scalo Garaguso- Grassano- Tricarico. La realizzazione del progetto nel Pip comprensoriale allo Scalo; il Centro servizi e piscina comprensoriale collegata alla Struttura Riabilitativa “Don Gnocchi” di Tricarico, nonché l’ubicazione del servizio 118 allo Scalo». Questo e tanto altro, di cui parleremo nei prossimi giorni.

a.corrado@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?