Salta al contenuto principale

Le polemiche sulla delega
Salvia: «Nessuno screzio nei Popolari»

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 18 secondi

POTENZA - A meno di 24 ore dalla sua nomina all’interno della Giunta De Luca, si è trovato a dover fronteggiare le numerose polemiche per quella delega alla Comunicazione e all’informazione ritenuta da molti «inutile». Giovanni Salvia, giornalista, neo assessore e segretario cittadino dei Popolari per l’Italia, non la pensa proprio così: «Negli enti pubblici, che nella maggior parte dei casi hanno disatteso le previsioni delle normative nazionali in materia, c’è ancora molto da fare per adeguare la macchina amministrativa alle previsioni della legge Bassanini. A cominciare dalla reale implementazione degli Uffici per le relazioni con il pubblico, di cui si sottovaluta ancora la portata in termini di miglioramento dei rapporti con i cittadini».
Lo dice anche sulla base delle esperienze professionali maturate che, oltre che redattore di testate locali, lo hanno visto anche collaborare con il Parco dell’Appenino lucano per la definizione del piano di comunicazione. Detto questo, però, il neo assessore di 41 anni, non nega: «E’ vero. Ci aspettavamo qualcosa in più. Attenzione, non è un atteggiamento di arroganza. Fin dall’inizio, non abbiamo preteso nulla rispetto alle scelte del sindaco De Luca. Parliamo solo di aspettative. Ripeto, ci attendevamo qualcosa in più. Non so cosa sia accaduto, ma cercheremo di capirlo». Salvia non va oltre e lascia cadere la cosa qui. Ma - a quello che sembra di capire - sulla delega assegnata ci sarebbero state delle pressioni. Non da parte dei Popolari per l’Italia. Perché l’assessore ci tiene a chiarire: «La mia nomina è stata pienamente condivisa e concordata dal partito».
«Nessuna tensione con il consigliere dei Popolari per l’Italia, Franco Morlino», assicura l’assessore. Che spiega: «E’ vero che all’inizio si era pensato al nome del segretario regionale Vincenzo Giuliano, soprattutto per la sua esperienza amminsitrativa. Ma poi, quest’ultimo, per sua scelta si è tirato indietro». A quel punto il più titolato a rivendicare un posto in Giunta era proprio Franco Morlino. «Ne abbiamo discusso insieme al sindaco De Luca e al consigliere Aurelio Pace e si è deciso di puntare sul mio nome. Franco ha voluto fare un passo indietro. A lui, a Pace e al sindaco, soprattutto, va il mio personale ringraziamento». Salvia ci tiene pure a chiarire: «Ieri si è parlato anche di una passo indietro da parte di Giuseppe Postiglione (l’ex patron del Potenza è stato il secondo dei non eletti n.d.r.). Ma le cose non stanno proprio così, visto che il suo nome non è stato mai proposto». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?