Salta al contenuto principale

Regionali, Oliverio si prepara alle Primarie del Pd
«Mi candido dopo aver ascoltato i cittadini calabresi»

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 42 secondi

CATANZARO - Settembre è vicino e al di là dei sorprendenti risultati del sondaggio commissionato per scoprire chi sarebbe il candidato a governatore del centrosinistra più gradito agli elettori (LEGGI) occorre prepararsi allo svolgersi delle Primarie del 21 settembre e così i Comitati "Oliverio Presidente" hanno proceduto al ritiro nella sede del Pd a Lamezia Terme dei modelli predisposti per la raccolta delle firme dei componenti dell’assemblea regionale del Partito e dei cittadini elettori calabresi per la presentazione ufficiale della candidatura del presidente della provincia di Cosenza Mario Oliverio. La candidatura dovrà essere presentata entro il prossimo 28 luglio. 

«Saranno almeno 105 - recita un documento dei comitati pro Oliverio - i componenti dell’Assemblea Regionale del Pd, pari al 35% dell’organismo (art. 18 Statuto Pd) ed almeno 3000 e al massimo 4000, i cittadini residenti nelle tre circoscrizioni elettorali della Calabria, chiamati a sottoscrivere la proposta di candidatura». 
Da parte sua Mario Oliverio ha chiarito cla propria posizione in mod netto: «Le sottoscrizioni alla proposta di una mia candidatura alle primarie - ha dichiarato - sono espressione di un’intensa campagna di ascolto e confronto che, attraverso numerose manifestazioni ed iniziative, si è svolta già nelle settimane scorse. Prima ancora che adesioni ad una proposta nominalistica mi sento di poter affermare che le sollecitazioni ed il consenso che mi inducono a scendere in campo sono espressioni di una domanda di netta discontinuità rispetto al modo come è stata fino ad ora amministrata la Regione. Avverto la responsabilità - prosegue Oliverio - di dover essere all’altezza di una speranza diffusa nella maggioranza dei calabresi per esprimere un affidabile governo del cambiamento. In questi mesi - ha concluso - ho incontrato migliaia di cittadini ed elettori con i quali ho avuto modo di approfondire i termini della grave crisi e le possibili soluzioni rivolte non solo ad affrontare l’emergenza, ma anche e soprattutto a dipanare i nodi strutturali della pesante situazione sociale ed istituzionale della Calabria».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?