Salta al contenuto principale

Cig, in Basilicata è +116 per cento
Lo dice il sesgo rapporto Uil

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 43 secondi

 

IN BASILICATA A giugno l’incremento della cassa integrazione è stato del 116 per cento con la «straordinaria» che aumenta del +233,8 per cento: per i lavoratori lucani, quindi, è stata raggiunta la quota di 1,19 milioni di ore ore tra cig straordinaria, ordinaria e in deroga. E la nostra è la seconda regione, dopo il Molise, in cui aumentano le richieste più che altrove.

E’ quanto emerge dal sesto rapporto della Uil. Per la Basilicata si segnala un decremento di lavoratori con gli ammortizzatori sociali, da 6.031 di maggio a 4.055 di giugno in gran parte (2.874) per la cig straordinaria.

«A ulteriore conferma della sofferenza occupazionale - è scritto in una nota - già segnalata dalla Uil, nel primo semestre dell’anno (gennaio-giugno 2014) le ore autorizzate complessivamente in Basilicata sfiorano i sette milioni con un aumento rispetto al primo semestre 2013 dell’11,5%, con la provincia di Potenza che si segnala tra le prime dieci per incremento percentuale di ore». 

A livello nazionale, a giugno sono state autorizzate 74,5 milioni di ore di cassa integrazione, facendo registrare una flessione sia rispetto al mese precedente (-22,7%), sia rispetto allo stesso mese del 2013 (-24,3%).

Nei primi 6 mesi del 2014 sono state complessivamente richieste dalle aziende oltre 560 milioni di ore di cassa integrazione, in riduzione del 4,7% sullo stesso periodo del 2013.

Rispetto a tali contrazioni, il Centro e' l'unica macro area che registra variazioni in aumento, sia sul mese (+0,6% tra maggio e giugno 2014; +29,4% rispetto a giugno 2013), che sul semestre (+7,1% rispetto al primo semestre 2013). Al Nord e al Sud le ore di Cig autorizzate hanno invece subito delle flessioni pari rispettivamente al 32,7% e al 12%.

In valori assoluti, nel Nord si concentra il maggior quantitativo di ore di Cig (41,4 milioni), seguito dal Centro (18,6 milioni) e dal Mezzogiorno (14,5 milioni).   Molise (+601,8%), Basilicata (+116%) e Toscana (+115%) sono le Regioni che vedono aumentare maggiormente le richieste di cassa integrazione.  Confrontando il primo semestre con l'analogo periodo del 2013, inoltre, sono aumentate le richieste di cassa integrazione straordinaria (+20,1%), a fronte di una contrazione dell'ordinaria (- 28,5%) e della deroga (- 16,7%).

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?