Salta al contenuto principale

Psi: scontro tra aree e generazioni
Le tra dissidenti e costruttivisti

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 27 secondi

POTENZA - Forse non si potrà parlare di una vera e propria spaccatura ma che ci siano varie correnti è evidente. E’ questo il clima che si è respirato ieri alla riunione del Psi di Basilicata per nominare l’esecutivo regionale. Positivisti e costruttivisti da un lato, “dissidenti e gufi dall’altro”. Con un segretario regionale, Valvano, che tenta di restituire un’immagine unitaria e trasparente, senza bighe da risolvere. A patire dalla lettura dell’ultima tornata elettorale, nei Comuni lucani e al Parlamento europeo, che a detta del sindaco di Melfi è stata un successo. Lo dimostrerebbero i numeri. In particolare quelli delle europee, raddoppiati rispetto al 2009.

E poi, ancora, «la mia previsione – ha detto – subito dopo le dimissioni di De Filippo, che poi si è verificata, del Psi come unico partito in grado ancora di funzionare come partito, in quanto unica forza politica in grado di mantenere una propria autonomia di movimento». Nonostante gli accordi federali a livello nazionale con il Pd, forte motivo di discussione. Per Maria Pisani, portavoce nazionale del Psi, la scelta non è altro che dettata dai piccoli numeri del Psi: «Risulta necessario coalizzarci e fare squadra con i partiti che condividono con noi certi obiettivi. Certo, è un’alleanza politica, un accordo in cui il nostro è un ruolo minoritario, eppure ciò nonostante riusciamo ad avere un dialogo politico e un ruolo prioritario nell’approvazione delle risorse».

In quest’ottica andrebbe interpretata anche «il silenzio in governo per salvaguardare la collocazione del partito». Questa l’accusa di Margherita Torrio alla dirigenza nazionale, rispetto alla quale dice di avvertire un certo disagio. E’ l’unica che senza paura si definisce una «dissidente, un gufo» e che rispetto alle nomine dell’esecutivo – il primo disappunto in merito, in linee generali, è se realizzarlo ristretto o allargato, come lo vorrebbe Valvano – dichiara: «Non voglio leggere sui giornali che avverranno 50 per cento con Valvano e 50 per cento con Pisani. Per me il segretario regionale è uno, è Valvano, e le decisioni spettano a lui e agli organi consultivi competenti».

Una precisazione che arriva a valle di tutta una serie di contestazioni tra il numero dei componenti della direzione regionale, tra chi dice che qualche nome era presente al congresso per poi non trovarsi più nella lista. Piccole questioni che danno però il senso di una insoddisfazione generale di cui il botta e risposta tra Torrio e Pisani è emblema. Quest’ultima ribadisce che anche da parte sua esiste un solo segretario regionale e che spetta a lui e agli organi consultivi ogni decisione ma contesta fortemente la scarsa dinamicità che Torrio rivendica ai livelli nazionali. «Abbiamo fatto quello che dovevamo fare – dice – dobbiamo tendere all’unità con armonia, anche nelle nostre discussioni. Essere più costruttivi e meno disfattisti, fare autocritica ma anche mettere in risalto i nostri punti di forza. L’alleanza con il Pd così come la nostra presenza al governo è un punto di partenza».

Valvano su questo punto precisa: «La nostra non è una subalternità al partito democratico ma un’interlocuzione che se interpretata correttamente sui territori diventa un punto di forza e non di debolezza. Certo, il patto ha una sua reciprocità o non esiste». Mette quindi in un certo senso le mani avanti, prendendo se vogliamo le distanze dal Pd quando ne contesta la «carenza di coordinamento politico» e la prevalenza di «egoismi precongressuali».

Vista l’aria che tira, speriamo non si tratti di quei casi in cui il bue dice cornuto all’asino. Non solo. L’organo che ieri si è costituito vede al presenza di 20 persone «meno dei componenti - sottolinea Raffaele Tantona, segretario dei Giovani sociali in Basilicata - e con un problema di rappresentanza femminile, con 3 donne su 20. E’ evidente che ci sono problemi sulla linea politica ma anche di rappresentanza istituzionale».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?