Salta al contenuto principale

Folino da Venosa lancia l'allarme
«E’ in corso un attacco alla Basilicata»

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 45 secondi

VENOSA - «E’ in corso  un attacco alla Basilicata». L’allarme è stato lanciato  dal deputato Vincenzo Folino nel corso della seconda giornata della “Festa Democratica”, organizzata dal  locale Circolo del Pd E.Berlinguer-A.Moro. Al centro dell’incontro con i cittadini,  tenutosi in una  Piazza S.Giovanni De Matha anche questa volta affollata,  il tema del rilancio della  Basilicata. A mettere in allerta Folino, le indiscrezioni sulla soppressione della Corte d’appello di Potenza, che anche se infondate, potrebbero avere un significato ben preciso: «Questi segnali ci dicono di non alzare troppo la testa nelle nostre richieste. Si sta mettendo in discussione il sistema regione – ha denunciato Folino- Dobbiamo difendere la Basilicata fino in fondo e non con vittimismo eroico. La nostra regione ha sempre dato molto alla Nazione mettendo a disposizione acqua e petrolio. Non merita questa offesa. Dobbiamo ottenere una nuova intesa con lo Stato con deroghe ai parametri nazionali. Questa è una terra nobile, che neppure i romani riuscirono a domare». Di qui l’invito all’unità del Partito per realizzare uno sforzo corale. Un invito accolto e rilanciato da Vito De Filippo,  sottosegretario alla Sanità, «Il Pd è il maggiore decisore a livello locale e nazionale. Dobbiamo evitare la polemica inutile e cercare l’unità - ha evidenziato De Filppo- In questi mesi stiamo realizzando una vera rivoluzione di cui poco si parla». Il riferimento è alle decisioni che confermano risorse importanti ed evitano tagli; e a quelle che destinano a investimenti nella sanità i risparmi realizzati in quel  campo. Decisioni che riguardano anche la Basilicata, come quelle che hanno consentito di recuperare   30 milioni di euro, e che evitano il rischio chiusura di ospedali grazie all’attività di riconversione realizzata. Centrale nel dibattito, moderato da Michele Dinardo, lo sfruttamento del petrolio e la tutela dell’ambiente.  «Il Parlamento sta per approvare la riforma delle Agenzie regionali per l’Ambiente  e i livelli essenziali di prestazioni ambientali-ha anticipato De Filippo - L’obiettivo è rendere sostenibili le attività estrattive  senza produrre danni alla salute e all’ambiente». Anche  Filippo Bubbico, Vice Ministro Interni, ha riconosciuto che c’è un attacco alla Basilicata. Si gioca la partita tra tutela dell’ambiente, della salute e sfruttamento delle risors e- ha sostento Bubbico - Dobbiamo tutelare  gli interessi regionali, presentandoci come regione difendibile e non espugnabile. In passato la Basilicata ha trovato percorsi originali, utilizzati poi anche da altre regioni. Questa è una Regione capace di fare i conti con se stessa. Dobbiamo superare le logiche gattopardesche, evitando il ribellismo inutile e sterile».Buone  notizie da Carmine Miranda Castelgrande, che  ha annunciato che sono state messi a disposizione dalla Regione  5 milioni di € per sbloccare la Venosa-Ginestra e che è stato candidato al finanziamento il progetto di completamento del restauro di S.Domenico. Castelgrande ha anche richiesto maggiore attenzione per il sito archeologico di Venosa, assente nel Piano Franceschini. Sono intervenuti nel dibattito anche il segretario di sezione Pd, Luigi Russo, e il Sindaco di Venosa, Tommaso Gammone.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?