Salta al contenuto principale

L'assessore Berlinguer al centro Oli
Ispezione dopo l'ennesima fammiata

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 15 secondi

"Non sono soddisfatto perché, nonostante le rassicurazioni ricevute dall’impresa sul buon funzionamento dei meccanismi di sicurezza, permane una sequenza troppo ravvicinata e ricorrente dei problemi che attivano le procedure di sicurezza": lo ha detto l’assessore all’ambiente della Regione Basilicata, Aldo Berlinguer, dopo una visita al centro oli di Viggiano (Potenza) dell’Eni.

Berlinguer ha deciso la visita per il ripetersi, a distanza di alcuni giorni, dell’innalzamento della fiamma della fiaccola di sicurezza dell’impianto. Prima di entrare nel centro oli
Berlinguer ha avuto una riunione con amministratori locali e dirigenti dell’Arpab.

«Sugli aspetti strettamente tecnici relativi all’impatto ambientale e alla salute delle persone, Arpab ha fornito dati rassicuranti. Ma ciò non basta. Si tratta qui di assicurare una convivenza, già di per sé difficile, fra le popolazioni del territorio e l’impianto. Per questo - ha continuato l’assessore, attraverso l’ufficio stampa della giunta - occorre che l’Eni riduca al massimo i malfunzionamenti e le fiammate al centro oli adottando quei meccanismi di prevenzione che consentano di scongiurare quanto meno gli eventi non del tutto straordinari e imprevedibili. Ci aspettiamo dunque che l’impresa faccia di più. Occorre che Eni adotti tutti i provvedimenti utili a una migliore funzionalità dell’impianto». 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?