Salta al contenuto principale

Regionali, i 3 nomi di Forza Italia per la Calabria
Vertice a Roma in attesa del via libera di Berlusconi

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 6 secondi

PASSO indietro di Roberto Occhiuto e Pino Galati. I nomi tra i quali scegliere il candidato governatore di Forza Italia adesso sembrano essere solo tre e alla fine deciderà Berlusconi. Oggi intanto, prima riunione nella sede romana di piazza San Lorenzo in Lucina, della commissione di Forza Italia, presieduta da Altero Matteoli e fortemente voluta dall'ex cavaliere, per definire i programmi e selezionare le candidature in vista delle regionali. L’incontro è stato dedicato al caso della Calabria dove proprio oggi sono saltate le primarie istituzionali dopo la rinuncia dell’unico candidato Franco Corbelli, leader del movimento Diritti civili (LEGGI). Nel quartier generale azzurro c'era tutto lo stato maggiore azzurro calabrese, a cominciare dal coordinatore regionale Jole Santelli. Del comitato nazionale, invece, fanno parte oltre a Matteoli anche Renato Brunetta, Paolo Romani, Denis Verdini e Giovanni Toti,

L’obiettivo non è cambiato: trovare un aspirante governatore, che sia espressione di tutto il centrodestra (da Ncd a Fratelli d’Italia) per "difendere" al meglio le posizioni dall’assalto del Pd renziano. Forza Italia avrebbe definito una rosa di tre nomi, che già circolavano in questi giorni come favoriti per la successione di Giuseppe Scopelliti e che ora saranno sottoposti all’esame dei partiti della coalizione: il commissario straordinario della provincia di Catanzaro Wanda Ferro; l’assessore regionale forzista Giacomo Mancini e il presidente della Provincia di Reggio Calabria Beppe Raffa.

Dopo la decisione del Tar che ha imposto di fissare entro dieci giorni la data delle elezioni regionali, Forza Italia ha deciso di accelerare nelle trattative per la scelta del candidato di coalizione alla presidenza della Calabria. Sono passati cinque mesi dalle dimissioni di Scopelliti e, tra polemiche sulle primarie e veti incrociati, ancora non ci sono nomi ufficiali. Dopo la riunione della commissione di oggi, Silvio Berlusconi vedrà mercoledi 10, a palazzo Grazioli, i coordinatori regionali forzisti interessati alla maxitornata elettorale. 

In questi giorni sono circolati vari papabili per il dopo-Scopelliti: i tre vicecoordinatori regionali di Fi, Ferro, Roberto Occhiuto e Pino Galati; l’assessore regionale Mancini; il presidente della Provincia di Reggio, Raffa; Gianpaolo Chiappetta, capogruppo di Ncd in Consiglio regionale; i parlamentari alfaniani Nico D’Ascola e Dorina Bianchi. Il commissario straordinario della provincia di Catanzaro è considerato favorito. Su di lei potrebbero convergere oltre a Fi, Udc, Fdi e il Nuovo centrodestra: il coordinatore Antonio Gentile è stato il primo a "lanciare" il nome della Ferro e di Mancini e anche Scopelliti la vede di buon occhio.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?