Salta al contenuto principale

Anatra zoppa, in cerca di soluzione
Ipotesi di sì "tecnico" al bilancio

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 14 secondi

 

Se qualcosa si muoverà, non sarà nelle prossime ore. Il sindaco di Potenza è fuori città e gli avversari ne approfittano per ultimare un giro di consultazioni interno allo schieramento. Dopo l'apertura di Dario De Luca al centrosinistra per un governo di larghe intese, il dibattito politico cittadino, più o meno pubblico, è tutto dedicato agli scenari possibili. 

Ce ne sono diversi nell'elenco delle possibilità, e tutti prendono le mosse dal fattore tecnico del bilancio. 

Qualche indiscrezione nazionale anticipa in queste ore un possibile slittamento del termine per l'approvazione del previsionale a ottobre: l'amministrazione guadagnerebbe così tempo per mettere ordine e cercare di condividere le scelte sui conti del Comune, alle prese con casse in rosso e un disavanzo quantificato in 15 milioni di euro (da sommare al debito storico, affrontato con una rata mutuo da 12 milioni di euro all'anno, tutti poggiati sulla spesa corrente). 

Il maggiore tempo che l'ente dovrebbe avere a disposizione per preparare il documento finanziario sarà utile anche a definire la strategia politica di Palazzo di Città e tarare gli indirizzi del conto economico sulla base alla risposta alla collaborazione che arriverà dalle forze presenti nell'aula consiliare. 

L'unica certezza è il punto di partenza, l'instabilità politica del Municipio, l'anatra zoppa per cui la maggioranza è del centrosinistra (due terzi dei posti in aula) ma non il sindaco eletto. Oppure, per dirla con le parole dello stesso De Luca, «l'ingovernabilità». 

Ha provato per qualche settimana ad affrontare un ruolo che neanche si aspettava e che forse non aveva previsto così bloccato dalle dinamiche di partito. Poi, venerdì scorso, dal palco della festa della Cgil, ha detto chiaro e tondo: «Senza maggioranza non si governa». E siccome non ha intenzione di tirare a campare ("indosserò ancora la fascia solo se sarò messo in condizione di governare") ha chiesto condivisione. Con l'apertura agli avversari - pronto a cedere postazioni in giunta - ha contemporaneamente condiviso la responsabilità di quello che accadrà alla città. 

Se si dovesse tornare a votare, la responsabilità sarebbe piuttosto condivisa da buona parte della classe politica cittadina, in modo bipartisan.
Per motivi diversi, lo scenario delle urne resta quello meno ambito. Il centrosinistra non è ancora pronto per provare a riprendere le redini del Municipio, il centrodestra non è unito, né può già proporre risultati. 

Il centrosinistra continua a spingere perché De Luca azzeri l'esecutivo, individuando in questa mossa la condizione necessaria ad avviare almeno un dialogo. Il ragionamento politico potrebbe a quel punto spostarsi sui temi della città (rifiuti, mobilità, cultura). In questo scenario, in particolare l'area democratica (decisamente la forza più numerosa) non dovrebbe far venire meno il sostegno al bilancio preventivo: sarebbe un'approvazione tecnica, un voto favorevole "di responsabilità". Il centrodestra non parla con voce unitaria. 

Le sigle che hanno sostenuto la corsa di Michele Cannizzaro chiedono chiarezza e condivisione. Più ostili alla collaborazione con il centrosinistra proprio le forze che hanno sostenuto la coalizione di Dario De Luca, a partire da Fratelli d'Italia. 

«Vorrei domandare a tutti coloro che chiedono l'azzeramento della giunta per il bene della città - scriveva ieri Donato Ramunno, dirigente FdI - se esso si determina con un documento programmatico condiviso o al contrario con l'occupazione di una poltrona?». 

La strada da percorrere, dicono, è un'altra. Senza risparmiare toni severi e attacchi espliciti agli avversari, «espressione di un sistema che ha affossato - ripetono da tempo - città e regione». 

Solo De Luca potrà chiarire la posizione che dall'interno di Palazzo di Città guiderà l'avvio delle trattative per affrontare l'anatra zoppa e provare a costruire un governo di salute pubblica.

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?