Salta al contenuto principale

Regionali, spunta una nuova ipotesi per la data
Stasi formalizza proposta: «Al voto il 23 novembre»

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 28 secondi

CATANZARO - 23 novembre. E' questa la data in cui i calabresi dovrebbero recarsi alle urne. La proposta è contenuta in una lettera che la presidente della Regione, Antonella Stasi, ha inciato alla Corte d'appello di Catanzaro. Sarebbe questa, secondo Stasi, la «prima data utile per l’espletamento degli adempimenti procedurali, anche alla luce delle modifiche alla legge elettorale regionale in discussione presso il Consiglio regionale nella seduta dell’11 settembre, volte ad evitare il prosieguo del giudizio di legittimità costituzionale pendente».

La proposta arriva dopo l'ordinanza del Tar Calabria che, su ricorso di alcune associazioni, aveva chiesto di indicare la data del voto entro dieci giorni (LEGGI). L'indicazione della data spinge le forze politiche a chiudere il cerchio intorno alle candidature. Il centrodestra sta lavorando su tre possibili nomi (LEGGI), il centrosinistra è pronto per le lezioni primarie che coinvolgono tre candidati (LEGGI), mentre il Movimento 5 Stelle ha avviato le iniziative sulla rete per scegliere i candidati (LEGGI). Sono, invece, tramontate le primarie istituzionali, dopo la decisione di Franco Corbelli di ritirare la sua candidatura (LEGGI). 

Nella lettera, la presidente evidenzia gli ultimi avvenimenti, compreso l'adesione alle elezioni primarie istituzionali e la sentenza del Tar Calabria, si «intende adottare il decreto di indizione delle elezioni per il rinnovo del Presidente della Giunta e del Consiglio regionale della Calabria, per la data del 23 Novembre 2014, prima data utile per l’espletamento degli adempimenti procedurali, anche alla luce delle modifiche alla legge elettorale regionale in discussione presso il Consiglio regionale nella seduta dell’11 settembre, volte ad evitare il prosieguo del giudizio di legittimità costituzionale pendente». 

La lettera è stata inviata anche al prefetto di Catanzaro, dal momento che la Stasi ha evidenziato che «la determinazione dei seggi del consiglio regionale e l'assegnazione di essi alle singole circoscrizioni sono effettuate con decreto del Commissario del Governo da emanarsi contemporaneamente al decreto di convocazione dei comizi». Il decreto di indizione delle elezioni, ricorda ancora la presidente facente funzioni, sarà «presumibilmente» adottato il 15 settembre prossimo. 

«Ho rappresentato, sempre al Prefetto di Catanzaro, inoltre, la necessità di concludere con le Prefetture calabresi apposito protocollo d’intesa o altro atto negoziale equivalente che, in analogia agli atti stipulati per le elezioni del 2010 - sottolinea Antonella Stasi - consenta di utilizzare il supporto logistico e professionale delle Prefetture ai fini della conduzione del procedimento elettorale. Ho chiesto anche d’informare la Presidenza della Giunta sulle iniziative da intraprendere anche per il coinvolgimento delle altre Prefetture, rimanendo a disposizione per ogni eventuale forma di coordinamento delle attività amministrative di rispettiva competenza. Ho scritto anche al Presidente del Consiglio regionale Francesco Talarico - conclude la presidente - per avere un parere sulla data ed in ossequio al principio di leale collaborazione ho informato, formalmente, il Ministro degli Interni ed il Ministro degli Affari regionali per comunicare la data».

 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?