Salta al contenuto principale

I parlamentari lucani dell’M5S
restituiscono parte dello stipendio

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 56 secondi

POTENZA - Una bella cifra. Oltre 120.000 euro. Ed è la somma che  i parlamentari lucani del Movimento 5 Stelle, Vito Petrocelli e Mirella Liuzzi, hanno restituito ai cittadini dall’inizio della legislatura (marzo 2013) ad oggi.

Per l’esattezza, sono 129.683 euro, di cui 62.897 euro  restituiti dal senatore Vito Petrocelli e 66.786 euro restituiti dalla deputata Mirella Liuzzi.

Promessa mantenuta quindi. I due esponenti del Movimento 5 Stelle alla loro elezione avevano assicurato la restituzione di una  parte dei soldi della propria retribuzione. E a quanto pare lo stanno facendo.

Nella nota ufficiale dei grillini la notizia viene commentata con enfasi: «Una delle differenze sostanziali tra il Movimento 5 stelle e gli altri partiti sta nella coerenza e nel mantenere le promesse.  Da marzo 2013 a giugno 2014 i due portavoce nazionali del M5S hanno restituito ai cittadini oltre 120 mila euro togliendoli ai propri stipendi di parlamentari».

Le parole “congiunte” del senatore Petrocelli e della deputata Liuzzi: «E’ vero, rinunciare a questi soldi non risolve i numerosi problemi del nostro Paese, ma riteniamo che la politica italiana abbia costi eccessivi e che rinunciare al 50 per cento della nostra indennità, all’assegno di fine mandato e ai rimborsi elettorali offra alle altre cariche istituzionali persino ai colleghi in parlamento, un esempio da seguire. Non solo, concede ai cittadini un criterio di valutazione del nostro  operato, basato, non solo sulla nostra attività in parlamento ma anche su principi di coerenza e di etica».

Nella nota del M5S viene anche spiegato l’utilizzo di queste risorse economiche: «I soldi che i parlamentari 5 stelle non percepiscono vengono versati direttamente in un fondo di garanzia istituito al ministero dello Sviluppo economico dedicato alle piccole e medie imprese, da utilizzare come garanzia per la concessione di finanziamenti da parte delle banche».

in particolare spiegano i grillini che «s ono tante sono le domande pervenute dalle imprese, per utilizzare questo fondo e numerose quelle accolte.Fino a giugno 2014 in Basilicata, 187 sono state le aziende a cui è stato approvata la domanda, per un importo complessivo di 28.661 euro di credito, di cui garantito 21.168.

Per i dettagli sulla rendicontazione dei dati economici dei due parlamentari ci sono due siti web attivi. Questo per Mirella Liuzzi  e questo per Vito Petrocelli

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?