Salta al contenuto principale

Elezioni regionali il 23 novembre? Appello del vescovo
«C'è la canonizzazione del beato Nicola, cambiate data»

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 18 secondi

COSENZA - Le elezioni regionali il 23 novembre? Per favore cambiate data, quel giornbo c'è la canonizzazione del beato Nicola. Salvatore Nunnari, arcivescovo di Cosenza e presidente della Conferenza episcopale calabra, lo ha scritto in una lettera inviata ai presidenti di giunta e consiglio regionale. E così anche la data che sembrava potesse mettere tutti d'accordo, sei mesi dopo le dimissioni del governatore Scopelliti, rischia di scontentare qualcuno.

La politica, stavolta, non c'entra. Quel giorno, in piazza San pietro, papa Francesco eleverà alla gloria degli altari un calabrese e migliaia di devoti si trasferiranno in Vaticano per partecipare. E si potrebbero trovare a scegliere: meglio il "voto" per il santo o il "voto" per la Regione?

Secondo Gregorio Colatorti, il rettore del santuario di Paola e correttore provinciale dei frati minimi ai quali Nicola Saggio da Longobardi apparteneva, «la canonizzazione non è solo un fatto religioso ma un evento culturale, sociale e storico per la Calabria». Basterà la voce dei due uomini di Chiesa a far cadere anche l'ennesima proposta per le elezioni? Difficile immaginare uno scenario simile. Ma in fondo, attorno alla data elettorale finora si è visto di tutto, fra le trappole legislative per impedirne l'indizione, la querelle delle primarie istituzionali in balia di un solo candidato che ne aveva fatto richiesta - Franco Corbelli, che poi ha fatto marcia indietro - e la sentenza del Tar che ha imposto l'indizione dei comizi elettorali entro il 15 settembre. 

Ora tocca alla concomitanza con la cerimonia che sarà presieduta in Vaticano da papa Francesco. Il programma, presentato oggi a Paola, prevede per sabato 22 novembre una veglia nella basilica di Sant'Andrea delle Fratte, gestita a Roma dai frati minimi; per domenica, a partire dalle 9.30 il rito di canonizzazione con il pontefice; per lunedì alle 10, infine, la messa di ringraziamento che sarà presieduta, sempre in Vaticano, dal cardinale Giuseppe Bertello, presidente del Governatorato.

Nicola Saggio da Longobardi è il primo frate minimo ad essere canonizzato dopo il fondatore dell'ordine, san Francesco di Paola. Un evento atteso da tempo, dato che la beatificazione è avvenuta nel 1786, 77 anni dopo la morte. Ma a questo punto i devoti rischiano di trovarsi davanti al bivio: seguire l'urna del santo o entrare in quella elettorale?

Anche il comune di Longobardi ha scritto alla Regione chiedendo di considerare la sovrapposizione delle date. E a Reggio Calabria, in effetti, ha discusso della vicenda persino la conferenza dei capigruppo del Consiglio regionale (LEGGI), che pure sperava, forse, di aver ricevuto un'illuminazione quando qualcuno avrà detto che il 23 novembre è la "benedetta" data che i calabresi aspettavano. E alla fine, nonostante l'appello, il presidente del Consiglio regionale ha fatto sapere di aver dato il via libera alle elezioni per il 23 novembre.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?