Salta al contenuto principale

Ipotesi larghe intese a Potenza
Il centrosinistra verso le trattative

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 54 secondi

UNA prima riunione dovrebbe svolgersi giovedì sera. Il centrosinistra di Potenza sta lavorando per limare una posizione che già sembra nel complesso unitaria. Al sindaco Dario De Luca che chiede collaborazione e propone un governo di larghe intese la coalizione ribadirà la precondizione alla trattativa: l’azzeramento della giunta.

Nel frattempo, però, proprio le forze del centrosinistra devono risolvere un chiarimento interno, definendo cioè i confini della coalizione. Tra i due terzi dell’aula che si sono astenuti compatti sulle delibere relative a Tasi e Imu (praticamente la maggioranza dell’aula) ci sono sia le sigle che hanno sostenuto al primo turno il democratico Luigi Petrone, sia l’intergruppo coordinato dall’ex candidato sindaco Roberto Falotico. Gli alleati di sempre del Pd stanno così sollevando il bisogno di una definizione chiara dei ruoli di alleanza. Come a dire: noi ci siamo dall’inizio. E per gli altri garantirà il Pd?

Al momento il messaggio che democratici e alleati vogliono dare riguarda le aspettative. La giunta di De Luca è «politica», costruita senza condivisione e con dirigenti di partito in esecutivo, dicono dall’avvio di mandato. Per costruire un governo di larghe intese serve una squadra tecnica: il Pd, mandano a dire, non vuole postazioni in esecutivo, ma un programma condiviso.

Il punto principale sul tavolo dovrebbe essere un pacchetto di proposte per avviare il risanamento del bilancio. Sarà proprio l’approvazione del bilancio di previsione il primo banco di prova dell’eventuale nuovo corso a Palazzo di Città. Il possibile slittamento del termine per l’approvazione - richiesto in sede Anci da tutti i Comuni italiani e che probabilmente sarà concesso dal Governo - darebbe un po’ di respiro ai tecnici dell’amministrazione a lavoro sui conti. E un po’ di tempo alle trattative politiche.

Anche sul fronte opposto si attende di avere un quadro preciso. Il centrodestra che fa capo a Michele Cannizzazro (lista civica Liberiamo la città e Forza italia) attende un cenno da De Luca per capire se ci sia un interesse al dialogo. Sarà possibile un dialogo? La strada al momento è quella di piccoli avvicinamenti, attese e reciproca osservazione.

sa.lo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?