Salta al contenuto principale

Fondo povertà
In arrivo tre milioni dalla Regione

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 25 secondi

TRE milioni di euro. A tanto ammonta il finanziamento messo in campo dalla Regione Basilicata a sostegno del reddito dei soggetti svantaggiati o molto svantaggiati compresi quelli che non percepiscono più gli ammortizzatori sociali in deroga. 

Una boccata di ossigeno per i tanti cittadini costretti, anche dalla congiuntura economica, a vivere sulla soglia della povertà.

Il governo regionale ha deliberato il finanziamento nel contesto delle politiche attive.

In particolare, tali risorse finanziarie sono destinate ad alimentare il fondo istituito con l’assestamento di bilancio approvato ad agosto (art. 15 della legge regionale n.26/2014), che inserisce il reddito minimo reddito di inserimento tra le azioni urgenti da intraprendere per fronteggiare le crisi in atto mediante il rafforzamento delle tutele sociali.

«Il fondo, - spiega la nota - attivato con risorse regionali, compresi i proventi rinvenienti dalla coltivazione di idrocarburi liquidi e gassosi, nonché da misure di fonte statale e comunitaria e che dovrà essere via via implementato, sarà utilizzato per interventi “attivi” di sostegno al reddito in cambio di partecipazione a specifici piani formativi, azioni di pubblica utilità e con l’obiettivo principale di favorire percorsi che possano migliorare le condizioni dei beneficiari».

Chiaramente il finanziamento non basterà per soddisfare tutti i bisogni ma «si tratta - spiegano dalla Regione - di una prima risposta, seppure condizionata dalle ristrettezze delle risorse pubbliche, in vista di un “pacchetto” ben più ampio di strumenti e progetti articolati per settori e territori a cui già dalla prossima settimana si lavorerà anche per venire incontro alle richieste di intervento avanzate tanto dalle organizzazioni sindacali quanto dalla Chiesa lucana».

 

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?