Salta al contenuto principale

Oliverio vince le Primarie, sarà lui il candidato
«Un risultato straordinario, ora lavoriamo uniti»

Calabria

Tempo di lettura: 
3 minuti 51 secondi

CHIUSI i seggi per le primarie e, almeno per il momento, archiviate le polemiche (LEGGI) il popolo del centrosinistra volge la propria attenzione al risultato dello spoglio per conoscere il nome del candidato presidente che la coalizione presenterà alle prossime elezioni regionali del 23 novembre. Un nome che sarà quello del presidente uscente della provincia di Cosenza, Mario Oliverio.

I dati sono confluiti direttamente al centro regionale di Lamezia Terme dove si trovavano anche il segretario regionale Ernesto Magorno e Nico Stumpo presenti per seguire l'evolversi dello spoglio. In particolare, prima di ufficializzare il risultato Magorno ha annunciato che hanno partecipato alle primarie oltre 110mila persone, poche più di quante ne parteciparono nel 2010, in quel caso furono meno di 100 mila. 

In base ai dati elaborati Oliverio la vittoria con ampio margine nelle province di Catanzaro e Cosenza, primo, anche se con uno scarto inferiore, risulta anche nel crotonese. Nel vibonese i due maggiori contendenti sono molto vicini mentre nel reggino Oliverio vince nei comuni della provincia ma perde leggermente terreno nel capoluogo. Una analisi che di fatto assegna la vittoria a favore di Mario Oliverio seguito da Gianluca Callipo e infine da Gianni Speranza. 

I COMMENTI - «Quello di oggi è stato un risultato straordinario, prima di tutto per la eccezionale e sentita partecipazione diffusa di tutti i calabresi, che hanno scelto». Questo il commento a caldo di Mario Oliverio che ha voluto, inoltre, rivolgere «un ringraziamento speciale agli oltre 1.300 volontari che hanno reso possibili queste primarie. Ho incontrato in queste settimane migliaia di cittadini, di ogni paese e città in ogni provincia della nostra regione. Ho sentito forte il loro abbraccio e la loro vicinanza. È stato un confronto vero, ed anche per questo c'è stata tanta sentita partecipazione; una scelta vera tra proposte alternative. Da domani comincia l’impegno vero, mio, nostro e di tutto il partito democratico, unito, e del centrosinistra, per costruire l'alternativa al centrodestra. Abbiamo dimostrato - ha concluso - che il nostro futuro è nelle nostre mani, volendo con forza queste primarie. Da domani a noi compete un lavoro duro, unitario, che abbia come unico obiettivo il bene comune della Calabria e il futuro dei nostri giovani. Perché anche in Calabria si può fare».

Una vittoria ampiamente riconosciuta anche da Gianluca Callipo che in una breve dichiarazione ha ribadito come «il centrosinistra ha il suo candidato a presidente della Regione, ed è un esponente del Partito democratico. Ho fatto a Mario Oliverio i miei migliori auguri, assicurandogli sin da ora che sosterrò la sua corsa alla Regione, perché l’obiettivo comune che avevamo entrambi all’inizio delle primarie era e resta battere il centrodestra e restituire alla Calabria un governo autorevole ed efficace, guidato da quello che Matteo Renzi è riuscito a trasformare nel più grande partito progressista europeo. Lo scarto di pochi punti percentuali testimonia la grande voglia di cambiamento dei calabresi, che hanno risposto in maniera eccezionale all’appello delle primarie. Il nostro progetto, quindi, resta in piedi e continuerà a proporre una diversa idea di politica, più moderna e in sintonia con il desiderio di rinnovamento che i cittadini esprimono in maniera sempre più forte».

I DATI IN ALCUNI COMUNI - Tra i comuni pervenuti, comunque, si fanno notare Catanzaro dove Oliverio ha ottenuto 1.375 voti rispetto a Callipo che si ferma a 958 voti terzo è Gianni Speranza con 134 voti, Vibo Valentia dove Oliverio ha ottenuto 1694 voti, Callipo 1289, Speranza 127. Rosarno dove Oliverio prende 536 preferenze contro le 256 di Callipo e le 23 di Speranza.

Ovviamente a Pizzo, comune amministrato da Callipo, il sindaco in carica ha ottenuto ampio margine raccogliendo 1363 preferenze contro le 367 di Oliverio e le 67 di Speranza. Serra San Bruno nel Vibonese dove Oliverio ottiene 1051 preferenze contro le 133 di Callipo e le 17 di Speranza. Dato analogamente a favore di Oliverio anche a Cittanova dove il presidente uscente della provincia di Cosenza fa segnare 950 preferenze contro le 120 di Callipo e le 15 di Speranza. Stessa situazione a Cirò Marina dove su 1146 votanti 719 hanno preferito Oliverio, 411 Callipo e 14 Speranza. Escono da questa situazione il dato di Palmi, Monasterace e Polistena dove a vincere è Callipo, nel primo caso con 315 voti contro i 291 di Oliverio e i 9 di Speranza e nel secondo con 70 voti per il sindaco di Pizzo, i 33 di Oliveiro e i 4 di Speranza, mentre a Polistena Callipo ottiene 447 voti, Oliverio 403 e Speranza 250. A Sant'Eufemia, invece, a vincere è Gianni Speranza con 138 preferenze contro le 84 di Oliverio e le 59 di Callipo

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?