Salta al contenuto principale

C’è sintonia tra Folino e grillini
sugli emendamenti “duri”

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 8 secondi

POTENZA - Mentre al Senato il percorso per la riforma del lavoro, voluta da Renzi, sta diventando una guerra, alla Camera continua il lavoro certosino delle Commissioni per quello che è l’altro punto delicatissimo dell’agenda del governo nazionale: lo Sblocca italia.
Ed è questo il vero spartiacque per la politica lucana. Certo sulla riforma del lavoro si sta giocando una delicatissima partita tutta interna al Pd che vede interessati da vicino anche i big lucani. Margiotta, Folino, De Filippo, Pittella, Antezza, Speranza, Luongo, Lacorazza sulla stabilità e futura forza di Renzi si giocheranno molto del loro stesso futuro in chiave posti di primo piano. A Roma come in Basilicata.
Ma il campo centrale rimane lo Sblocca Italia con tutta la partita legata al petrolio della Basilicata. Per questo anche l’approfondimento dei vari emendamenti proposti dai lucani che sta avvenendo nelle Commissioni della camera (non è ancora stata calenderizzato l’inizio dei lavori in aula) diventa un tema “caldo”.
In ballo c’è il futuro della Basilicata. E quindi una modifica piuttosto che un’altra del documento originale del decreto Sblocca Italia diventa fondamentale. C’è anche da dire che non tutti gli emendamenti arriveranno in aula per il voto definitivo. Alcuni emendamenti addirittura potrebbero essere ritenuti inamissibili o addirittura rigettati dal governo.
Come sembra potrebbe avvenire per l’emendamento all’articolo 36 bis presentato da Speranza, Folino e Antezza che riguarda la modifica del bonus idrocarburi. I tre deputati del Pd lucano (compreso il capogruppo) chiedono che venga tolta la card carburante per l’istituzione di un fondo di coesione sociale.
Da quanto trapela però, la modifica non piace nemmeno al ministro Guidi. Per questo l’emendamento potrebbe essere cassato.
Stessa fine potrebbe fare l’emendamento presentato da Folino che chiede la soppressione totale dell’articolo 38 del decreto. E cioè quello che riguarda tutta la materia energetica lucana tra concessioni, estrazioni e maggiore potere dello stato rispetto alle Regioni. Con una sola firma, appunto quella di Folino, è difficile che l’emendamento arrivi in aula. Ma lo stesso proposito, e cioè attacco netto all’articolo 38, è anche il cavallo di battaglia dei grillini. Folino quindi potrebbe trovare, se davvero dovesse andare fino in fondo, degli alleati per strada. La cosa può essere letta anche al contrario: e cioè che i pentastellati potrebbero trovare in aula un alleato a sorpresa in Folino. Pare in ogni caso difficile. Al momento è una suggestione e poco più.
Intanto ieri, il deputato lucano di Forza italia, Cosimo Latronico ha continua la propria battaglia per le modifiche inserite nei suoi emendamenti. Ascoltato in Commissione Ambiente, Latronico ha presentato gli emendamenti e ha spiegato: «Vanno nella direzione di rafforzare e completare il quadro legislativo costruito in questi anni; potenziare le garanzie ambientali; intensificare le ricadute economiche per il territorio qualificando sia gli strumenti che le finalità delle azioni di sviluppo».
Cosimo Latronico ha concluso: «Bisogna impedire che la trattativa attorno all’utilizzo dei proventi delle estrazioni minerarie sfugga alla tentazione di impiegare le risorse finanziarie ottenute dalle Regioni per sostituire le riduzioni dei trasferimenti pubblici con risultati deludenti sotto il profilo dello sviluppo duraturo dei territori». Il riferimento evidentemente è anche all’emendamento presentato da Antezza, Folino e Speranza.
Resi pubblici anche gli emendamenti della deputata grillina lucana Mirella Liuzzi che in particolare chiede in termini di percentuali di royalties che le compagnie petrolifere paghino allo Stato molto più: «In termini legislativi abbiamo proposto di aggiornare i canoni annui attualmente non commisurati agli standard internazionali e ai regimi vigenti negli altri Paesi europei, adeguandoli a quelli norvegesi».

sal.san.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?