Salta al contenuto principale

Valluzzi attende solo l’ufficialità
ma in cinque non hanno ritirato la scheda

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 59 secondi

POTENZA - Chiuse le urne esattamente alle 20 di ieri. Per per i risultati c’è ancora da attendere. A Potenza lo spoglio delle schede per determinare il nuovo consiglio della Provincia comincia solo stamattina alle 8. Matera è stata un’eccezione perchè gli aventi diritto erano sotto le 500 unità.
Ovviamente anche se lo spoglio inizierà solo oggi, non c’è nessun dubbio sul vincitore presidente. E’ Nicola Valluzzi. Il conteggio dei voti è solo una formalità burocratica perchè essendo l’unico candidato è lui il nuovo presidente della provincia di Potenza. Il sindaco di Castelmezzano (Pd) e presidente uscente (dopo le dimissioni del presidente eletto alle scorse elezioni di 5 anni fa e cioè Piero Lacorazza) era certo della vittoria già da settimane. Tutto da determinare invece il discorso per quanto riguarda i 12 consiglieri provinciali. Lo spoglio delle schede per i consiglieri inizierà dopo aver chiuso il conteggio delle schede per il presidente. E il dubbio riguarda essenzialmente quanti consiglieri eleggerà il Pd. Le previsioni parlano di 8 o 9 eletti. Per gli altri posti è corsa nella lista del centrosinistra che punta a 1 o 2 posti con Macchia e Cicala i favoriti. Per il centrodestra la speranza è quella di eleggere un consigliere con Ramunno favorito. L’altra lista, quella ex di centrodestra pure punta a un eletto. Secondo i calcoli un seggio dovrebbe scattare intorno agli 8.000 voti. Per quanto riguarda i numeri dell’affluenza registrata, hanno votato tra sindaci, consiglieri comunali e uscenti della Provincia 938 aventi diritto sui 1.122 attesi. Con una percentuale di affluenza che si è assestata all’83,6 per cento. Un dato ritenuto alto anche se con elezioni di secondo livello (e cioè aperte solo ad amministratori) era lecito attendersi numeri anche più alti.
Il boom di affluenza si è registrato dalle 11 alle 14 e 30. Per le curiosità il primo a votare ieri mattina è stato il consigliere comunale di Potenza, Summa. L’ultimo un consigliere di Paterno. Valluzzi ha votato invece alle 9 e 45.
C’è quindi anche la “polemica”. Cinque elettori non hanno voluto ritirare la scheda per l’elezione del presidente ma si sono espressi solo sui consiglieri. Tra loro anche Mimmo Cavuoti, capo dell’opposizione a Castelmezzano che alle ultime comunali ha conteso la poltrona di sindaco proprio a Valluzzi.

sal.san.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?