Salta al contenuto principale

Il governatore invia un messaggio ai sindaci
per spiegare i risultati dello Sblocca Italia

Basilicata

Tempo di lettura: 
2 minuti 6 secondi

POTENZA - A 48 ore dal voto alla Camera dei deputati dello Sblocca Italia, il presidente della Regione, Marcello Pittella ha scritto una lettera pubblica a tutti i sindaci della Basilicata per illustrare le modifiche apportate allo stesso decreto «grazie al prezioso lavoro di diversi parlamentari lucani». Una lettera “pacata” nella quale il governatore lucano parla di una scelta epocale e invita tutti a mantenere una posizione unitaria. A seguire il testo integrale della lettera.

Caro Sindaco, come certamente saprai, il Parlamento sta per convertire il decreto - legge del 12 settembre 2014, numero 133, recante misure urgenti per l’apertura dei cantieri, la realizzazione di opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l’emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività produttive.
Grazie al prezioso lavoro svolto da diversi parlamentari lucani, lo “Sblocca Italia” – come mediaticamente è stato definito il Decreto legge 133 – contiene norme, in materia di energia, che fanno proprie le istanze che, da tempo, la Regione Basilicata caldeggiava nei confronti del Governo centrale.
Mi riferisco alla possibilità di utilizzare parte delle risorse rivenienti dalle royalties petrolifere al di fuori dei limiti imposti dal patto di stabilità interno; alla trasformazione della card benzina in card sociale; alla concreta attuazione del Memorandum Regione-Stato del 2011 e quindi alla messa a punto di un programma di sviluppo per la Basilicata finanziato dal 30 per cento di Ires corriposto dalle compagnie petrolifere allo Stato sulle maggiori produzioni petrolifere rispetto alle attuali estrazioni.
Anche sul tema legato al rilascio di nuove autorizzazioni per la ricerca e la coltivazione di idrocarburi registro modifiche, a mio avviso importanti, rispetto al testo originario del Decreto legge 133, frutto della sinergica concertazione messa in campo con i parlamentari della Basilicata.
Tutti argomenti che, come è facile intuire, meritano un momento di approfondimento, per fornire alle nostre comunità la giusta informazione che, purtroppo, rischia di essere appannata da una strumentale polemica politica tendente, da un lato, a mettere in ombra gli importanti risultati sin qui conseguiti, accentuando, dall’altro, un presunto “catastrofismo” ambientale non giustificabile in un Paese di diritto.
Siamo alla vigilia di una scelta epocale. E’ importante costruire una posizione unitaria che rafforzi gli sforzi compiuti ai diversi livelli istituzionali e ci consenta anche in occasioni pubbliche, come farò io a breve, di spiegare ai nostri cittadini che la Basilicata può davvero cambiare proprio ripartendo dalla tutela della salute e dalla salvaguardia dell’ambiente. Cordiali saluti.

Marcello Pittella.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?