Salta al contenuto principale

Calabria al voto, quasi due milioni gli aventi diritto
Dalle 23 la diretta dello spoglio,bassa l'affluenza

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 51 secondi

CATANZARO - Si mantiene bassa l'affluenza alle urne per le elezioni per il rinnovo del consiglio regionale della Calabria e l'elezione del nuovo governatore anche alle 19 dopo che alle ore 12 il dato definitivo regionale aveva fatto segnare solo l'8,85%. Alle 19 il dato regionale si assesta sul 34.63% mentre per quanto riguarda le province alla stessa ora a Catanzaro ha votato il 34.69% degli aventi diritto (alle 12 era il 9,02%), a Cosenza il 35.66% (9,46%), a Crotone il 32.36% (8,17%), a Reggio Calabria il 34.15% (8,31%) e a Vibo Valentia il 33.65% (8,22%.)

Sono cinque candidati alla carica di presidente, quindici le liste e 348 i candidati per 30 posti in Consiglio regionale oltre alla carica di Governatore per una tornata elettorale che porterà alle urne circa 1.897.729 elettori (aventi diritto). 

I seggi sono stati aperti regolarmente, in 2.409 sezioni, domenica 23 novembre, dalle 7 alle 23, in 409 comuni. Le elezioni saranno regolate dalla nuova legge elettorale, approvata lo scorso mese di settembre dal Consiglio regionale. Tra le novità introdotte, la riduzione dei consiglieri da 50 a 30, la riduzione dei collegi da cinque a tre con l’accorpamento dell’area centrale di Catanzaro, Crotone e Vibo Valentia, la cancellazione della possibilità di esprimere il voto disgiunto cioè votare contemporaneamente per un candidato alla carica di Presidente della Giunta regionale e per una delle liste a esso non collegate. 

LE SCHEDE DEI CINQUE CANDIDATI PRESIDENTI

GUARDA TUTTE LE LISTE E I 348 CANDIDATI

COME SI VOTA - Nello specifico, la votazione avviene su un'unica scheda recante i nomi e cognomi dei candidati alla carica di Presidente della Giunta regionale al cui fianco sono riportati, all'interno di appositi rettangoli, il contrassegno della lista circoscrizionale oppure i contrassegni di più liste circoscrizionali, con cui il candidato presidente è collegato, a ogni elettore è consentito: 

1) Votare per una lista tracciando un segno sul contrassegno della lista prescelta (il voto si intende espresso anche per il candidato presidente collegato); 

2) Votare solo per un candidato alla carica di presidente tracciando un segno sul relativo rettangolo; 

3) Votare per un candidato alla carica di presidente, tracciando un segno sul relativo rettangolo, e per una delle liste a esso collegate, tracciando un segno sul contrassegno di una di tali liste; 

4) Esprimere un solo voto di preferenza per un candidato alla carica di consigliere regionale ricompreso nella lista votata, scrivendone, nell'apposita riga a fianco del contrassegno di lista, il cognome o il nome e cognome.

La Calabria torna al voto con qualche mese di anticipo sulla scadenza naturale della consiliatura a causa delle dimissioni conseguenti alla sospensione ex legge Severino dell'ex presidente Giuseppe Scopelliti. 

In lizza per la poltrona di presidente della Giunta Regionale ci sono Cono Cantelmi (Movimento 5 Stelle), avvocato (LEGGI LA CHIUSURA DELLA CAMPAGNA ELETTORALE); Domenico Gattuso (L'Altra Calabria) (CHIUSURA DELLA CAMPAGNA), docente universitario; Mario Oliverio (Centrosinistra), commissario uscente della Provincia di Cosenza (LEGGI L'ULTIMO APPUNTAMENTO ELETTORALE CON RENZI); Wanda Ferro (Centrodestra), commissario uscente della Provincia di Catanzaro (LA SUA CHIUSURA DELLA CAMPAGNA ELETTORALE CON LA TELEFONATA DI BERLUSCONI); Nico D’Ascola (Alternativa popolare calabrese), avvocato e senatore dell’Ncd (LA SUA CHIUSURA CON IL MINISTRO ALFANO). 

Cantelmi e Gattuso sono sostenuti da una lista ciascuno; due le liste per D’Ascola (Ncd e Udc); tre per Ferro (Forza Italia, Casa delle libertà e Fratelli d’Italia-Alleanza Nazionale), otto per Oliverio (Pd, Centro democratico, Autonomia e diritti, Calabria in rete, Cdu, Oliverio Presidente, La Sinistra, Democratici e progressisti).

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?