Salta al contenuto principale

Nuove accuse per consiglieri ed ex
Nel mirino diversi membri in carica

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 51 secondi

POTENZA - Rimborsopoli: ultimo atto. E’ arrivata alla stretta finale l’ultima inchiesta delle Fiamme gialle sulle spese pazze del parlamentino lucano, che ha preso di mira fatture e scontrini rendicontati nel 2009.
Nel mirino sono finiti diversi consiglieri regionali e tanti ex, già coinvolti nei filoni che hanno riguardato il 2010 e il 2011, sulle spese dei gruppi consiliari e il rimborso per «l’esercizio del mandato senza vincolo di mandato». Ma non è esclusa qualche sorpresa tra i membri dell’ottava legislatura rimasti fuori dallo scandalo che ha portato alle dimissioni di De Filippo.
Le accuse sono sempre di peculato e falso nella gestione del rimborso per le spese di segreteria e rappresentanza spettante a ogni singolo consigliere, e agli assessori. Perciò non è da escludere che una volta approdate davanti al Tribunale vengano riunite a quelle del filone principale per cui c’è stato già il rinvio a giudizio.

l.amato@luedi.it

(L'articolo completo sull'edizione acquistabile online e in edicola)

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?