Salta al contenuto principale

Vita jr, dalla politica
alle poste private

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 34 secondi

POTENZA - Poco più di un anno fa i rumors elettorali lo davano tra i possibili candidati per un seggio in Consiglio regionale, dove all’epoca sedeva ancora il padre. Da allora la passione per la politica non è andata via, ed è diventato consigliere comunale nella “sua” Satriano. Intanto Umberto Vita, trentenne figlio di Raffaele, e cugino di Michele, direttore generale della Sel, ha messo su una piccola impresa di spedizioni private. Ma la partecipazione in una commessa di Acquedotto lucano non è passata per niente inosservata. E i sospetti di favoritismo sono arrivati subito dopo.

l.amato@luedi.it

(L'articolo completo sull'edizione acquistabile online e in edicola)

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?