Salta al contenuto principale

La replica di Sinistra ecologia e libertà
Murante: «Le sue sono parole strumentali»

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 47 secondi

POTENZA - «Non se ne è andato lui ma siamo stati noi a metterlo nelle condizioni di andarsene per le incociliabilità delle posizioni politiche». Così Murante di Sel che aggiunge: «Il consigliere regionale Giannino Romaniello avrebbe dovuto spiegare le ragioni del suo voto favorevole alla mozione votata in Consiglio Regionale lo scorso 4 novembre e si è invece attardato su argomentazioni risibili relative alla sua uscita da Sel. Viviamo un’epoca di grossa crisi della politica nella quale può accadere che 10 parlamentari iscritti a un partito ed eletti grazie a quest'ultimo diventino all'improvviso renziani. Non ci stupisce, quindi, che un consigliere, eletto in un partito, l’unico ad avere un programma con lo “stop alle estrazioni” decida di diventare pittelliano». Questo il commento a caldo della segretaria regionale di Sel, Maria Murante alla conferenza stampa di Romaniello.

sal. san.

(L'articolo completo sull'edizione acquistabile online e in edicola)

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?