Salta al contenuto principale

Città in cambiamento
Il punto sul legame Regione - capoluogo

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 55 secondi

«LA disponibilità, in realtà, c’è sempre stata». Solo che a volte le circostanze, spiegano, sono state strumentalizzate. Potenza ha bisogno della Regione, la Regione riconosce il capoluogo.
E lo fa, raccontano dal gruppo Socialisti e Democratici, attraverso azioni concrete. Donatella Cutro e Donato Pace, consiglieri comunali eletti nella lista di area riformista, vicina al governatore Marcello Pittella, nei giorni scorsi hanno voluto sottolineare come a viale Verratsro non siano sordi alle richieste della città capoluogo. Alcune richieste di cui il gruppo si era fatto promotore in materia di servizi essenziali sono state accolte.
«La giunta regionale - hanno scritto in una nota i due consiglieri - ha approvato tre importanti provvedimenti, autorizzando la concessione al Comune di Potenza di contributi straordinari per 960.000 euro, destinati a garantire l’erogazione di servizi per l’integrazione scolastica (750.000 euro), del servizio di mensa scolastica per l’anno accademico in corso (250.000 euro) e lavori urgenti di edilizia scolastica riguardanti l’edificio di via Tirreno (60.000 euro)».

s.lorusso@luedi.it

(L'articolo completo sull'edizione acquistabile online e in edicola)

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?