Salta al contenuto principale

L’assessore allo Sport Salvia
«Un aumento sì, ma meno di quanto previsto»

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 53 secondi

«LE tariffe – ha dichiarato l’assessore allo sport Giovanni Salvia - dovranno ricoprire minimo il 36% del costo complessivo del servizio offerto. In particolare, per quanto riguarda lo sport, il tratto normativo ci riferisce specificando gli impianti sportivi a domanda individuale: le piscine, i campi da tennis, le piste da pattinaggio, gli impianti di risalita e simili».
L’assessore interviene così sulla rimodulazione delle tariffe per i servizi a domanda individuale, conseguenza del dissesto finanziario della Città di Potenza.
«Sono riuscito con la sensibilità del sindaco - aggiunge Salvia - a far stabilire la quota minima prevista per legge per i Comuni in dissesto, appunto il 36%. Ciò comporterà un piccolo aumento delle tariffe della piscina nell'ordine di un euro circa ad entrata. È un sacrificio per tutti, ne sono consapevole, ma rispetto al “suggerimento” del Ministero di arrivare al 50% di copertura credo che sia un disagio da accettare nella speranza che poi il bilancio di riequilibrio regga senza costringerci ad ulteriori aggravi. Un piccolo aumento ci sarà anche per le palestre all’interno dell’impianto piscina, ciò perché parliamo di un unico impianto complesso ma sempre nell’ordine di 1-2 euro ad ora. Sulle altre palestre e campi di calcio, invece a domanda collettiva – conclude l’assessore Salvia - dove per la verità ci era stato chiesto di portare pure le tariffe al 50% di copertura, mi sono opposto a tale soluzione ed ho chiesto ed ottenuto qualche settimana di tempo per studiare una soluzione alternativa a un aumento che avrebbe triplicato le tariffe di oggi».
«Su questo ho trovato, a dire il vero, pieno conforto nel sindaco Dario De Luca sempre pronto ad ascoltare le necessità della comunità. È evidente che un segnale, se pur non obbligati dalla legge, dovrà essere dato anche sulle palestre e i campi di calcio (la copertura è oggi solo al 17,4%), ma dobbiamo con il mio impegno totale e quello dell’ufficio che presiedo e di questa amministrazione trovare una soluzione alternativa che abbassi i costi e non pregiudichi l’attività sportiva di migliaia di cittadini e di centinaia di società e associazioni».

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?