Salta al contenuto principale

Il gas lucano nel piano Juncker
Il progetto Geogastock in lizza per il blocco di investimenti

Basilicata

Tempo di lettura: 
0 minuti 59 secondi

POTENZA - Il settore è indicato come Energy Union, il progetto è quello dello stoccaggio del gas a Cugno Le Macine affidato alla società Geogastock.
La Basilicata potrebbe rientrare così nel piano Juncker, il piano di investimenti dedicato a infrastrutture e sviluppo dell’Unione Europea, che servirà a mobilitare un fondo di 315 miliardi di euro nel prossimo triennio, tra il 2015 e il 2017.
Il progetto per lo stoccaggio del gas nel territorio tra Salandra e Ferrandina è al momento nella lista degli interventi preselezionati. Ogni Stato membro ha fatto arrivare a Bruxelles le proprie proposte, per la maggior parte dei casi progetti già in itinere, magari bloccati a causa di difficoltà economiche o mutate condizioni sociali. L’Unione Europea metterà a disposizione capitali da utilizzare come fondi di garanzia e di investimento, per rilanciare l’impegno dei privati.
Sarà poi la Banca europea per gli investimenti a stabilire quali interventi potranno essere finanziati dal piano. Quello lucano è tra i progetti passati a una prima scrematura, su cui ha lavorato una taskforce istituita a Palazzo Chigi. 

s.lorusso@luedi.it

(L'articolo completo sull'edizione acquistabile online e in edicola)

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?