Salta al contenuto principale

Regione, Oliverio rivoluziona lo status del personale
E nomina i primi fedelissimi nel suo staff

Calabria

Tempo di lettura: 
2 minuti 0 secondi

CATANZARO – Dopo il lungo ritardo per la proclamazione degli eletti è, di fatto, iniziata l'era di Mario Oliverio alla presidenza della Regione. Prendono corpo, infatti, i primi provvedimento che il neo governatore intende adottare. Così, dopo avere annunciato un taglio del 50 per cento ai gettoni per le commissioni regionali (LEGGI) mentre le prime grane arrivano dalla sanità privata (LEGGI), Oliverio prepara una rivoluzione per il personale della Regione

Il Presidente Mario Oliverio proporrà di inserire nella legge di approvazione dell’esercizio provvisorio della Regione un emendamento secondo il quale, «ai fini del contenimento della spesa, il personale della Regione sarà inserito in un ruolo "unico", senza differenze tra personale della Giunta e personale del Consiglio. Ogni norma di legge e regolamento in contrasto con tale principio - recita il testo dell’emendamento - deve intendersi abrogata. La Giunta regionale, sentito l’Ufficio di Presidenza del Consiglio regionale, entro 60 giorni dall’entrata in vigore della presente legge, rideterminerà la struttura organizzativa, con riduzione delle strutture dirigenziali, anche di massimo livello, attualmente esistenti».

Tutto questo, mentre in giornata il neo presidente ha anche provveduto alle prime nomine. Il suo capo di gabinetto è Gaetano Pignanelli. Arriva dalla Provincia di Cosenza dove ha appena terminato di ricoprire il ruolo di capo dell'Ufficio legale. Una nomina che segue quella di Franco Iacucci, sindaco di Aiello Calabro e altro fedelissimo di Oliverio, a capo della segreteria, della quale fanno parte anche Loredana Fazio e Carmela De Rose.

A Iacucci sono arrivati i complimenti di Marco Ambrogio, presidente dei Giovani dell'Anci Calabria e consigliere comunale di Cosenza del Pd. «Una nomina – ha detto Ambrogio – che mi rende sicuro del fatto che sindaci ed amministratori saranno tenuti in considerazione in questo lungo percorso che ci si appresta ad affrontare in una regione complicata come la Calabria nella quale, i calabresi si aspettano risposte importanti dalla politica e dove gli amministratori locali sono profondi conoscitori del tessuto sociale di ogni territorio».

Mercoledì si terrà il primo consiglio regionale e per quella data, con ogni probabilità, Oliverio avrà nominato anche il suo portavoce. La seduta è stata rinviata nei giorni scorsi (LEGGI) provocando anche diverse polemiche (LEGGI) che hanno spinto il presidente uscente Francesco Talarico ad assumere una posizione che potesse giustificare l'accaduto (LEGGI).

Intanto, il presidente Oliverio ha annunciato 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?