Salta al contenuto principale

Continua la corsa per la scelta del candidato sindaco
E da un sondaggio viene fuori il nome di Adduce

Basilicata

Tempo di lettura: 
3 minuti 46 secondi

“ADDUCE è il candidato tra quelli indicati che ottiene il maggior numero di consensi e con lui in campo i cittadini dicono no alle primarie”. E’ questo sostanzialmente l’esito di un sondaggio commissionato nelle ultime settimane alla prestigiosa Swg dal Partito Democratico di Matera e che è stata oggetto ieri sera di una riunione della segreteria del partito che aveva proprio quest’argomento come punto di confronto e di discussione.
Il segretario cittadino Muscaridola ha ribadito nel corso della segreteria come «i risultati di questo sondaggio confermano un’idea e la rafforzano”.
I dettagli dello stesso sondaggio non sono ancora stati diffusi, di certo però ci sarebbero almeno un paio di questioni che attirano l’attenzione e che riguardano in maniera particolare il gradimento di singoli esponenti politici che ci sono sul territorio, e di cui si parla in questi giorni come possibili candidati sindaco e in questo caso Adduce otterrebbe la percentuale più alta e poi l’altro elemento è che di fronte ad una domanda precisa circa l’opportunità di ricorrere alle primarie con il sindaco in campo, non più di un terzo degli intervistati avrebbe ravvisato la possibilità di un simile metodo di scelta.
L’esito del sondaggio, di cui si vociferava per la verità da alcune settimane ma che ieri è diventato reale e se ne è parlato in un appuntamento ufficiale del Pd costituisce probabilmente il sintomo, ulteriore ed evidente del fatto che c’è un’accelerata sulla scelta del candidato sindaco per la città di Matera.
Probabilmente per arrivare ad una stretta finale ci vorrà ancora non poco tempo ma che il Pd di Matera abbia intenzione di andare per la propria strada appare a questo punto evidente. Il sondaggio ne è ancora una dimostrazione e una conferma.
Ovviamente il sondaggio dà una visione di quello che può essere il gradimento degli elettori ma le singole domande avranno necessità di essere approfondite per poter dare una valutazione più complessiva.
Probabilmente nelle prossime ore potrebbero conoscersi ulteriori ed importanti dettagli, al momento per il Pd di Matera rappresenta una sorta di asso da tirar fuori per rafforzare la candidatura di Adduce anche per le prossime elezioni.
Un asso però che non supera certo gli ostacoli di ordine politico e programmatico che pure ci sono in questa direzione.
La scelta del candidato sindaco di Matera dovrà ancora maturare ed è probabilmente una scelta ancora da definire all’interno del Partito, di sicuro in questi giorni le prime schermaglie stanno cominciando e la scelta sta di fatto davvero maturando. Adduce e il Pd di Matera propongono decisamente questa candidatura, da altre parti si invocano le primarie come possibile o probabile soluzione. Con Adduce ovviamente in lizza ed in prima fila. La quadratura politica del cerchio, per evitare altre situazioni già viste nel recente passato deve ancora maturare e ci dovrà essere il tempo per riuscire a farlo.
Ad oggi Adduce e il Pd di Matera provano ad accelerare, mettono a segno alcuni punti a proprio favore ma la corsa deve probabilmente entrare ancora nel vivo. Il sondaggio di cui si è parlato ieri nel corso della segreteria cittadina resta un punto importante, un punto di partenza del ragionamento politico che dovrà essere aperto nelle prossime settimane. Perchè il punto non è, probabilmente, solo la possibile ricandidatura di Adduce ma anche la compattezza politica che eventualmente si dovrà e potrà creare attorno a questa ricandidatura. Una compattezza politica che non risiede nelle disposizioni statutarie o nei numeri di una segreteria ma che dovrà essere costruita inevitabilmente nel corso dei giorni e delle settimane.
Sarà questo probabilmente l’ostacolo più grosso da superare anche laddove si arrivasse nelle prossime settimane ad una scelta, ci vorrà attorno a questa scelta una forte compattezza perchè le esperienze politiche degli ultimi anni a cominciare proprio da Matera dimostrano che altrimenti la dispersione del voto rischia di penalizzare enormemente il centrosinistra ed il Pd. L’ultima elezione di Adduce è esempio anche di questo ed è proprio per questo che il lavoro da fare non manca e sarà davvero tanto.
Anche se da Matera il Pd continua a ribadire un concetto chiaro e oggi si fa forte anche di questo sondaggio: “si riparte da Adduce, è la scelta migliore”.

p.quarto@luedi.it

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?