Salta al contenuto principale

Oliverio in Consiglio per presentare il programma
Convocata la seduta, si eleggono pure le commissioni

Calabria

Tempo di lettura: 
1 minuto 56 secondi

 

REGGIO CALABRIA - Il Consiglio regionale è stato convocato dal presidente Antonio Scalzo per lunedì prossimo 9 febbraio. Quattordici i punti all’ordine del giorno della seduta fissata per le 11. 

Ed è in questa seduta che il governatore Mario Oliverio presenterà il proprio programma di governo che dovrà ricevere il via libera dall'assise. Oliverio ha annunciato che in quella occasione delineerà il quadro delle inziative che intende portare avanti durante la legislatura. Nel corso della prima riunione di Giunta (LEGGI), incontrando i giornalisti, aveva evidenziato molti dei temi cardine, partendo dalla volontà di «lavorare per la coesione della Calabria anche attraverso scelte concrete coerenti con questa impostazione. Il nostro obiettivo - aveva aggiunto - deve essere quello di operare per la crescita della Calabria e per superare il vecchio tarlo fatto di localismo e spirito di contraddizione che tanti danni ha prodotto favorendo la subcultura che ha animato le "Calabrie"».

LEGGI L'APPROVAZIONE IN CONSIGLIO DELLE MODIFICHE ALLO STATUTO

Tra i temi emersi nelle ultime ore c'è anche quello del potenziamento della Stazione unica appaltante, segnata dalle carenze di personale ma finita nel programma di trasparenza e legalità delineato dal governatore. Una carenza, come ha evidenziato oggi al "Quotidiano" il direttore generale Antonio Rizzo, legata al fatto che nessun dipendnete della Regione accetti di trasferirsi in un ufficio "delicato", impegnativo e che non prevede incentivi economici.

IN ARRIVO CAMBIO DEI DIRIGENTI E SOCIETA' COLLEGATE

In attesa di conoscere le linee programmatiche di Oliverio, all'ordine del giorno della seduta in programma il 9 febbraio, l’Aula esaminerà la proposta di provvedimento amministrativo di iniziativa del consigliere Mimmo Battaglia, sulle “Modifiche al Regolamento interno del Consiglio regionale”.

ACCORDO CON AVVISO PUBBLICO CONTRO 'NDRANGHETA E DROGA

Successivamente, l’Assemblea regionale sarà chiamata ad eleggere gli Uffici di Presidenza (Presidente, Vicepresidente e Segretario) delle quattro Commissioni consiliari permanenti (I - Affari istituzionali, affari generali, riforme e decentramento; II - Bilancio, programmazione economica, attività produttive, affari dell’Unione Europea e relazioni con l’estero; III - Sanità, attività sociali, culturali e formative; IV - Assetto e utilizzazione del territorio e protezione dell’ambiente), nonchè delle Commissioni speciali (Commissione contro la ‘ndrangheta in Calabria e Commissione di Vigilanza). (sa.pu.)

 

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?