Salta al contenuto principale

I commissari liquidatori si insediano lunedì
Dovranno gestire la massa debitoria

Basilicata

Tempo di lettura: 
1 minuto 36 secondi

POTENZA - Si insedieranno ufficialmente lunedì, ma i commissari liquidatori hanno già raggiunto in queste ore la città di Potenza. Sono gli alti funzionari del Viminale che avranno il compito di accompagnare il livellamento dei conti comunali antecendenti al 2014. Sarà questa commissione speciale a farsi carico della massa debitoria che attanaglia l’ente; alla giunta De Luca e al consiglio comunale spetterà invece la gestione ordinaria e il compito di depositare il bilancio di previsione riequilibrato (cioè in pareggio) per il 2015. Il bilancio previsionale “riequilibrato” dovrà essere presentato entro i prossimi 90 giorni.
Sono i passaggi che l’ente dovrà compiere in seguito all’approvazione del dissesto finanziario, varato il 20 novembre scorso. La procedura di dissesto “controllato”, approvato cioè dal consiglio comunale prima che fosse dichiarato dal commissario ad acta (inviato dal Viminale dopo la mancata approvazione del bilancio di previsione 2014), ha permesso al consiglio comunale di rimanere in carica e provare così a guidare la città in un periodo che si annuncia delicatissimo.
La procedura di dissesto ha aperto una fase molto dolorosa, in cui l’ente è stato già costretto a tagli e riduzioni su servizi essenziali e sulle agevolazioni nel settore tributi.
Lo sforamento del patto di stabilità - comunicato alla Ragioneria generale dello Stato alcuni giorni fa - costerà un ulteriore diminuzione dell’agibilità finanziaria dell’ente. Il mancato rispetto del patto di stabilità, infatti, ha conseguenze negative sui trasferimenti da parte Stato.
Nel frattempo il conto alal rovescia riguarda anche Palazzo di Città. Il 12 febbraio scadono i termini per il ritiro delle dimissioni di Dario De Luca: il sindaco ha spiegato che farà un passo indietro solo se ci saranno le condizioni amministrative e politiche per guidare la città. Altrimenti si andrà al voto. , che

sa.lo.

Ti sei ricordato di condividerlo con i tuoi amici?